Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli scienziati ancora non sanno dire se le radiazioni dei cellulari fanno male

© Foto : PixabayRagazza con uno smartphone
Ragazza con uno smartphone - Sputnik Italia
Seguici su
Gli scienziati hanno condotto uno studio su larga scala che non è riuscito a dare una risposta definitiva alla questione della nocività delle radiazioni emesse dai telefoni cellulari sul corpo umano. I risultati preliminari sono stati pubblicati sul sito web del Programma nazionale di tossicologia.

Per gli esperimenti, i ricercatori hanno usato più di 3.000 topi e ratti di entrambi i sessi e di diverse età. Nel corso dello studio, durato due anni, i roditori sono stati esposti per nove ore al giorno a radiazioni simili a quelle emesse dai telefoni cellulari che usano reti 2G e 3G. I livelli di radiazione variano da 1,5 a 10 watt per chilogrammo, che è superiore ai livelli che si osservano di solito nei telefoni.

I ratti maschi a causa di esposizione alle radiazioni hanno sviluppato neuromi maligni nella zona del cuore. Anche le femmine hanno sofferto di danni al cuore. Le cavie hanno inoltre sviluppato tumori al cervello, alla prostata, al fegato, al pancreas. Tuttavia, i ricercatori non possono dire con certezza se questi tumori sono stati causati dalle radiazioni.

La Food and Drug Administration ha descritto i risultati delle indagini come incerti e rimane il dubbio che il cancro rilevato nei ratti sia realmente frutto delle radiazioni a cui sono stati esposti.

"La prova di un legame tra telefoni cellulari e il cancro è debole e finora non vediamo alcun aumento del rischio di cancro negli esseri umani", ha commentato il vicepresidente della Comunità oncologica americana Otis Brawley.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала