Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media stranieri commentano l'esclusione di importanti atleti russi dalle Olimpiadi

© REUTERS / Fabrizio BenschVolunteers walk beside the Olympic rings at the Alpensia resort for the upcoming 2018 Pyeongchang Winter Olympic Games in Pyeongchang, South Korea, January 23, 2018
Volunteers walk beside the Olympic rings at the Alpensia resort for the upcoming 2018 Pyeongchang Winter Olympic Games in Pyeongchang, South Korea, January 23, 2018 - Sputnik Italia
Seguici su
Il giornale brasiliano "Causa Operaria" ha pubblicato un articolo dal titolo "L'imperialismo non ha ammesso la Russia alle Olimpiadi invernali".

Nell'articolo le accuse contro gli atleti russi sono definite "senza precedenti"; vengono riportate le parole di Putin, secondo cui si tratta di "un'umiliazione", così come la storia della Rodchenkova, che si nasconde negli Stati Uniti; si ricorda che la Federazione Russa potrebbe boicottare il movimento olimpico; le Olimpiadi di Sochi sono menzionate come un esempio dei traguardi sportivi e organizzativi della Russia.

In un'intervista al quotidiano tedesco Tagesspiegel, Ricco Gross, allenatore della squadra nazionale russa di biathlon, ha detto: "Considero questa decisione del CIO illegittima".

La squalifica di Ustiugov è un "regalo all'Italia": questo è il senso del titolo del portale sportivo italiano oasport.it.

"Sergey Ustiugov non andrà alle Olimpiadi di Pyeongchang, mutando radicalmente le dinamiche dello sci di fondo. Nelle piste della Corea del Sud non ci sarà uno degli sciatori più in auge di questi ultimi anni, il vincitore del Tour de Ski nel 2017 e campione del mondo nell'inseguimento e nello sprint a squadre.

Senza l'atleta 25enne russo le gare di sci cambiano completamente, la vittoria è a portata di mano del nostro Federico Pellegrino, campione del mondo nello sprint quando riuscì a superare Ustiugov. Non ci sarà nessun rivale temibile con cui battagliare in una gara, che, come previsto, doveva essere molto tesa. Ma l'italiano dovrà combattere con Klaebo, che al momento è considerato il più forte dei rivali, anche se Pellegrino lo ha già sconfitto a Dresda.

Ovviamente la situazione cambierà non solo nella gara sprint, ma anche in altre competizioni (questa stagione Ustiugov è arrivato secondo nella 15 km a Davos).

Il sito spagnolo elcorreo richiama l'attenzione sulla dichiarazione dello studio legale Schellenberg Wittmer: il fatto che la commissione indipendente della Federazione Internazionale di Bob e Skeleton (IBSF) ha annullato la sospensione temporanea di alcuni russi squalificati dal CIO "conferma che le decisioni del CIO sono state prese in violazione della Convenzione europea sui diritti umani".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала