Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Cina accusa la marina statunitense di violare le sue acque territoriali

© REUTERS / U.S. NavyNavi cinesi presso le isole contese nel Mar Cinese Meridionale
Navi cinesi presso le isole contese nel Mar Cinese Meridionale - Sputnik Italia
Seguici su
La Cina ha accusato il cacciatorpediniere USA Hopper di aver violato le sue acque territoriali vicino all’isola disputata di Huangyan nel mar Cinese meridionale. Pechino vede questo come una violazione della sovranità e delle norme fondamentali che disciplinano le relazioni internazionali, ha detto il portavoce del Ministero degli esteri Kang Lu.

"La sera del 17 gennaio, il cacciatorpediniere americano è entrato in acqua cinesi s 12 miglia nautiche dall'isola Huangyan senza il permesso del governo cinese. La marina cinese in conformità con la legge ha condotto un controllo "amico-nemico" nei confronti della nave USA l'hanno esortata a lasciare le acque nazionali".

Il Ministero degli esteri osserva che le azioni della nave americana minano la sovranità e gli interessi di sicurezza della Cina e violano le norme di base delle relazioni internazionali. Inoltre, hanno messo seriamente a rischio la sicurezza delle navi e dei marinai cinesi nell'area.

"La Cina in questo senso ha espresso un forte malcontento e intende adoperare tutte le misure necessarie per garantire la propria sovranità" ha detto Lu Kang.

Egli ha aggiunto che la Cina rispetta e garantisce la libertà di navigazione e di sorvolo nel mar Cinese meridionale per tutti i paesi, tuttavia si oppone alle azioni che potrebbero causare "danni alla sovranità e alla sicurezza degli interessi della Cina ".

"Sollecitiamo con determinazione gli Stati Uniti di correggere immediatamente il loro errore e a fermare tali provocazioni in modo da non danneggiare le relazioni bilaterali, nonché la pace e la stabilità regionale" ha concluso il Ministero degli esteri.

La flotta cinese - Sputnik Italia
USA accusano Cina di azioni provocatorie nel Mar Cinese Meridionale
Anche il Ministero della difesa cinese ha rilasciato una dichiarazione. Il Ministero sostiene che la violazione rappresenta di per sé un pericolo per entrambe le imbarcazione, nonché per la sicurezza nelle acque e nella regione. Il rappresentante ufficiale del dipartimento Wu Qian ha espresso la speranza che gli Stati Uniti rispetteranno la sovranità della Cina e non provocheranno incidenti di proposito".

Pechino da decenni porta è in disputa con diversi paesi della regione Asia-Pacifico a causa delle isole del mar Cinese meridionale, ricche di idrocarburi. Gli Stati Uniti non sono parte della controversia, ma non riconoscono le affermazioni della Cina e insistono sul suo diritto di "libera navigazione" nell'area.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала