Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Federazione Europea dei Giornalisti contro la legge di Macron sulle fake news

© REUTERS / Philippe WojazerFrench President Emmanuel Macron walks back to his office after a meeting with guests at the Elysee Palace in Paris, France, August 31, 2017
French President Emmanuel Macron walks back to his office after a meeting with guests at the Elysee Palace in Paris, France, August 31, 2017 - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente francese Emmanuel Macron vuole approvare una legge per combattere le fake news. All'inizio di questa settimana il ministro della Cultura francese Francoise Nyssen aveva delineato il profilo della nuova legge, che ha subito le critiche della Federazione Europea dei Giornalisti.

Il segretario generale dell'associazione Ricardo Gutiérrez ha spiegato in un'intervista con l'edizione francese di Sputnik cosa c'è di sbagliato in questa legge.

"Questa è una strategia sbagliata e soprattutto controproducente. Invece di combattere le fake news, al contrario le favorirà."

"Noi come Federazione Europea dei Giornalisti ci opponiamo a questo disegno di legge, che ci sembra insostenibile sia dal punto di vista teorico che da quello pratico. Mi sembra che verrà promulgata una legge impossibile da applicare, che sarà infattibile".

"Questa legge viola i diritti fondamentali garantiti dalla Convenzione europea sui diritti umani. L'articolo 10 riguarda la libertà di parola. Pertanto, questa misura ci sembra sproporzionata."

La decisione sul carattere falso delle notizie sarà presa dai giudici con urgenza:

"È assurdo pretendere che un giudice in così poco tempo determini se una notizia sia vera oppure meno."

"Spesso le informazioni non possono essere verificate. È molto difficile dal punto di vista della legge stabilire cosa è vero e cosa è falso".

"In alcuni casi il giudice non è in grado di verificare la veridicità delle informazioni, in quanto un giornalista, in conformità con i principi di deontologia professionale gli può dire: non posso fornire le prove, perché devo proteggere le mie fonti."

"Per noi giornalisti, in linea di principio, è ripugnante l'idea che la magistratura o peggio lo Stato possa avere il diritto di decidere ciò che è vero e ciò che è falso".

Secondo la legge, le fake news verranno eliminate, la stessa sorte potranno avere i siti su cui è stata pubblicata o gli account nei social network:

"Non capisco perché le autorità francesi abbiano scelto una linea repressiva, perché soffoca la libertà".

"L'obiettivo perseguito è completamente sproporzionato rispetto alla minaccia rappresentata da questa misura per la libertà di stampa e la libertà di opinione, dal momento che secondo le ricerche condotte le fake news hanno un impatto molto relativo sulla campagna elettorale".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала