Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'esperto: il perché della visita del ministro degli Esteri iraniano a Mosca

© AP Photo / Ronald ZakBandiera dell'Iran
Bandiera dell'Iran - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif mercoledì si recherà a Mosca per ottenere il sostegno della Federazione russa per la questione nucleare.

Lo ritiene il professore del centro di studi arabi e islamici dell'Istituto di studi orientali RAN, Boris Dolgov.

Il ministro degli esteri dell'Iran, come previsto, durante la visita avrà colloqui con il suo omologo russo, Sergei Lavrov, dopo di che si recherà a Bruxelles, dove discuterà con i ministri degli Esteri di diversi paesi, intermediari, per la questione nucleare, di Gran Bretagna, Francia e Germania, per lo sviluppo della questione sull'accordo nucleare.

L'Iran e i sei mediatori internazionali — Russia, USA, Regno Unito, Cina, Francia e Germania-, il 14 luglio 2015 hanno raggiunto un accordo transattivo pluriennale per il problema iraniano dell'atomo: è stato adottato un piano comune di azione globale, la cui esecuzione elimina le sanzioni economiche e finanziarie emesse in precedenza da parte dell'ONU, degli USA, dell'EU contro l'Iran. L'attuale amministrazione americana ha duramente criticato l'accordo e minaccia di uscirne, chiamando il documento "il peggior affare" per gli USA.

La visita del ministro a Mosca e Bruxelles si terrà alla vigilia della decisione dell'amministrazione americana sull' "accordo nucleare" con l'Iran, che sarà annunciata venerdì. L'esperto ha condiviso con Sputnik la sua opinione riguardo il viaggio del ministro degli Esteri dell'Iran, ma anche i possibili argomenti dei colloqui a Mosca.

"L'Iran si sforza di ottenere il sostegno della Russia in questo senso. Penso che la Russia lo sosterrà, ma gli USA qui giocano un ruolo significativo", ha affermato, spiegando che l'azione americana può essere diretta contro l'attuazione dell'accordo, Washington si opporrà al suo compimento.

L'esperto ritiene che la politica americana sia negativa, distruggere l'accordo nucleare porterà ad un ulteriore peggioramento delle relazioni tra Iran e USA, soprattutto alla luce delle manifestazioni di protesta in Iran, dopo che  il leader supremo dell'Iran, Ali Khamenei ha apertamente accusato gli USA e gli alleati.

"La situazione sarà aggravata, questo può distruggere l'accordo sul nucleare" ha sottolineato l'esperto.

Tra gli altri argomenti che possono essere discussi nel corso della visita di Zarif a Mosca, l'esperto ha parlato della Siria, perché ci sono differenze tra i paesi garanti, Russia Turchia, Iran, sulla tregua. In precedenza il ministro degli Esteri turco ha detto che la Russia e l'Iran devono fermare l'avanzata nella zona di distensione nella provincia siriana di Idlib.

L'esperto ha sottolineato che la Turchia supporta un certo numero di gruppi islamici armati, compresi quelli che combattono contro l'esercito del governo siriano nella zona di Idlib, ma anche nel territorio delle basi russe in Siria a Hmeyim. A questo proposito, ritiene l'esperto, azioni dell'esercito siriano sono legittime e necessarie al fine di sopprimere questi gruppi. "Penso che saranno adottate alcune decisioni sull'azione congiunta di Russia e Iran in questo senso. Forse saranno prese decisioni sullo sviluppo di una posizione comune dopo le dichiarazioni del ministro degli esteri turco", ha aggiunto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала