Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Netanyahu accusa l'Iran di voler schierare 100.000 mercenari in Siria

© REUTERS / Atef Safadi/PoolIl premier israeliano Benjamin Netanyahu
Il premier israeliano Benjamin Netanyahu - Sputnik Italia
Seguici su
Il Premier israeliano Benjamin Netanyahu ha accusato l'Iran voler inviare in Siria centinaia di migliaia di mercenari sciiti col fine di "conquistare e la colonizzare il paese arabo”.

In un incontro con gli ambasciatori della NATO, Netanyahu ha avvertito che l'attuazione di tali piani potrebbe essere una nuova causa per accendere il conflitto nel paese vicino, e ha ribadito che Israele non tollererà la presenza militare permanente dell'Iran ai suoi confini settentrionali.

"Nel quadro dei piani di conquista e della colonizzazione della Siria l'Iran vuole schierare centomila sciiti, combattenti sciiti importati dall'Iran, non-iraniani, ma sotto il comando dell'Iran" ha detto Netanyahu.

"Se l'Iran raggiungerà questo obiettivo e porterà in Siria centomila combattenti sciiti, questo riaccenderà lo stesso conflitto" ha avvertito il capo del governo.

Prevede che la necessità di affrontare le forze armate sciite porterà alla nascita del "figlio dello Stato Islamico della Siria e nipote di Al-Qaeda".

"Dove si dirigerà tutto questo? Verso l'Europa. Dove si dirigerà il flusso di persone? Verso l'Europa. Chi adesso si oppone a tutto questo? Per ora da solo soltanto Israele" Netanyahu ha detto, esortando i diplomatici ad unirsi nella lotta contro l'Islam radicale come sunniti e sciiti.

"Siamo assolutamente determinati a impedire all'Iran di realizzare una base militare in Siria e ribadire le nostre parole con le azioni. E' pericoloso anche per voi; con la conquista del Medio Oriente l'Iran finirà a influenzare tutti i vostri interessi" ha detto Netanyahu.

Ha anche detto che Israele conosce "una miriade di modi per" contrastare i tentativi dello Stato Islamico di consolidare o propri punti d'appoggio nella penisola del Sinai dopo la sconfitta in Siria e Iraq. "Non appena lo Stato Islamico sarà schiacciato e distrutto in Iraq e Siria, questo tenterà di creare una base alternativa nel Sinai. Israele conosce una miriade di metodi per contribuire alla lotta contro di esso" ha detto Netanyahu.

"In generale, definirei Israele la forza locale più potente tra quelle che in Medio Oriente si oppongono all'Islam radicale" ha aggiunto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала