Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Russia definito “ostile” l'ingresso di nave da guerra USA nel Mar Nero

© REUTERS / Yoruk IsikThe U.S. Navy destroyer USS Carney sets sail in the Bosphorus, on its way to the Black Sea, in Istanbul, Turkey, January 5, 2018
The U.S. Navy destroyer USS Carney sets sail in the Bosphorus, on its way to the Black Sea, in Istanbul, Turkey, January 5, 2018 - Sputnik Italia
Seguici su
L'ingresso nel Mar Nero del cacciatorpediniere statunitense "Carney" con a bordo il sistema di difesa anti-missile Aegis non è una mossa amichevole nei confronti della Russia, ha dichiarato a RIA Novosti il capitano di primo rango Mikhail Nenashev, presidente dell'associazione a sostegno della Flotta russa e professore in Scienze Politiche.

Il cacciatorpediniere americano "Carney", come riferito ieri dal giornale ucraino "Dumskaya", è stata la prima nave della Marina Militare degli Stati Uniti ad entrare nel Mar Nero nel 2018. In precedenza lo stesso cacciatorpediniere era stato in Ucraina durante le esercitazioni navali Sea Breeze nel luglio dello scorso anno. Allora era salito a bordo della nave militare americana il presidente ucraino Petro Poroshenko. "Carney" attraccherà ancora una volta nel porto di Odessa, scrive il giornale.

Le foto del cacciatorpediniere vicino alle coste turche sono state pubblicate sulla pagina Twitter Yoruk Isik, in cui vengono segnalati i movimenti delle navi da guerra nel Bosforo.

​"La leadership politico-militare ha dato il via alla serie di azioni ostili del nuovo anno contro la Russia con l'invio in Ucraina, vicino le acque territoriali russe, del cacciatorpediniere "Carney", dotato del sistema di difesa missilistica" Aegis". E' l'inizio di un nuovo corso di pressione aggressiva sulla Russia, in quanto da gennaio a marzo vedremo molte azioni ostili americane sia contro la Russia che nel mondo", ha detto Nenashev.

L'esperto ha osservato che il cacciatorpediniere "Carney" nel Mar Nero effettua il pattugliamento nelle zone di responsabilità operativa della 6° flotta della Marina americana, aggiungendo che insieme alle navi dello stesso tipo "Ross", "Donald Cook" e "Porter" è dotata del sistema "Aegis" e fa parte del programma americano per la costruzione dello scudo di difesa missilistica in Europa.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала