Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Erdogan commenta la fine della "crisi dei visti" tra Turchia e USA

© AP Photo / Francois MoriRecep Tayyip Erdogan
Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia
Seguici su
La crisi dei visti tra i due Paesi è iniziata dopo che l'amministrazione americana aveva espresso profonda preoccupazione per l'arresto di Metin Topuz, impiegato del Consolato statunitense di Istanbul, dal momento che le accuse di spionaggio avanzate dalle autorità turche erano giudicate infondate e compromettenti la partnership bilaterale.

"Loro hanno iniziato la crisi dei visti, un grazie grande per il fatto che l'hanno chiusa. Non volevamo questa crisi. Ora è finita. Di fatto doveva andare a finire così". 

L'Ambasciata americana ad Ankara aveva dichiarato giovedì di aver tolto tutte le limitazioni al rilascio dei visti per i cittadini turchi dopo che erano state ottenute le garanzie di sicurezza per i collaboratori della missione diplomatica. Allo stesso tempo anche l'Ambasciata turca negli Stati Uniti aveva tolto le misure speculari intraprese per ritorsione sul rilascio dei visti ai cittadini americani.

Erdogan si è inoltre augurato di cooperare con gli Stati Uniti in Siria, come la Turchia sta facendo attualmente con l'Iran e la Russia.

"Il problema è se gli Stati Uniti vogliono collaborare con noi", ha notato il capo di Stato turco.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала