Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Ucraina ha trovato l'alternativa all'esportazione di combustibile nucleare in Russia

© Sputnik . Alexei Furman / Vai alla galleria fotograficaCentrale nucleare di Chernobyl
Centrale nucleare di Chernobyl - Sputnik Italia
Seguici su
Kiev ha firmato un accordo con il Central Storage Safety Project Trust statunitense per l'aumento di un prestito di 250 milioni di dollari per la costruzione di un deposito di combustibile nucleare esausto. Lo ha reso noto l’ufficio stampa del ministero delle Finanze ucraino.

"Energoatom, OPIC (l'istituto finanziario del governo degli Stati Uniti) e il Central Storage Safety Project hanno firmato accordi per attirare 250 milioni di dollari da destinare alla costruzione di un deposito centralizzato per combustibile nucleare esausto", ha dichiarato il ministero ucraino su Twitter.

Dal dicastero hanno fatto sapere che queste misure consentiranno di risparmiare 200 milioni di dollari l'anno sull'esportazione di combustibile nucleare esausto in Russia.

In precedenza Kiev ha annunciato che dal 2017 avrebbe smesso di pagare alla Russia 200 milioni di dollari l'anno per l'esportazione del combustibile nucleare esausto. A novembre, Energoatom e l'americana Holtec hanno iniziato la costruzione di un impianto di stoccaggio nella zona di Chernobyl, che dovrebbe entrare in funzione nel 2020. Allo stesso tempo, a maggio 2017, l'Ucraina ha ripristinato i pagamenti a Mosca per l'importazione in Russia del combustibile nucleare esaurito delle sue centrali nucleari.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала