Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Crimea: non c'è bisogno di oscurare i canali televisivi ucraini

© Sputnik . Yakov Andreev / Vai alla galleria fotograficaPhone Tower
Phone Tower - Sputnik Italia
Seguici su
Le autorità della Crimea credono che non sia necessario oscurare i canali che trasmettono dall’Ucraina visto che i cittadini delle Crimea sono insensibili alla propaganda ucraina, ha dichiarato il capo del Camera pubblica della Repubblica Grigory Ioffe.

In precedenza il membro del Consiglio Nazionale dell'Ucraina sulla Televisione e Radio, Sergey Kostinsky, ha annunciato l'espansione della trasmissione dei canali TV e delle radio ucraini in Crimea, che dal 2018 verrà effettuato da due torri: Chongarskaya e Chaplinskaya.

"Questo non ha alcun effetto significativo sulla Crimea. Nessuno ha considerato seriamente l'esperienza pratica che ci fu in Unione Sovietica, quando furono oscurate le cosiddette "voci occidentali". I tempi sono cambiati e il popolo di Crimea di oggi non ha paura di nessuna voce" ha detto l'Ioffe.

Crede che l'incremento delle trasmissioni in Crimea sia un altro progetto imprenditoriale ucraino, coperto dall'appropriazione indebita di fondi di bilancio.

"Il progetto è associato con la trasmissione di propaganda sulla Crimea, non ha scopo politico. È un progetto puramente aziendale progetto il quale profitto andrà ad un certo numero di leader ucraini. Non credo che le persone che si occupano di questo progetto in Ucraina, credano seriamente che un qualche tipo di propaganda possa in qualche modo influenzare l'opinione in Crimea" ha detto Ioffe.

Secondo lui, verranno costruite diverse torri televisive al confine con la Crimea, una spesa inutile per l'Ucraina.

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала