Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Palestina romperà con gli USA dopo riconoscimento di Gerusalemme come capitale d'Israele

© Foto : PixabayGerusalemme
Gerusalemme - Sputnik Italia
Seguici su
Washington non potrà più agire da intermediario in Medio Oriente, ritiene il consigliere diplomatico del presidente palestinese Mahmoud Abbas.

Majdi al-Khaldi, consigliere diplomatico del presidente palestinese Mahmoud Abbas, ha affermato che la leadership palestinese sospenderà i contatti con gli Stati Uniti non appena l'inquilino della Casa Bianca Donald Trump riconoscerà ufficialmente Gerusalemme come capitale d'Israele, segnala Associated Press.

Secondo il consigliere, con questo passo Washington si priva del ruolo di intermediario nella risoluzione del conflitto israelo-palestinese.

Ricordiamo che il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele, così come il trasferimento nella città contesa dell'ambasciata americana attualmente ospitata a Tel Aviv, facevano parte delle promesse di Trump durante la campagna elettorale di 1 anno fa.

Dopo il suo insediamento, il presidente americano sembrava essersi tirato indietro, ma alla fine della scorsa settimana, secondo una fonte dell'amministrazione, Trump aveva promesso a breve di dichiarare ufficialmente la posizione dell'amministrazione americana.

Oltre ad al-Khaldi, diversi leader e diplomatici dei Paesi musulmani avevano fatto sapere che questa azione di Washington sarebbe stata ritenuta inaccettabile. In precedenza Ibrahim Kalyn, portavoce del presidente turco Erdogan, aveva chiesto di rinunciare al riconoscimento di Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico.

Inoltre Hamas aveva minacciato di lanciare una nuova Intifada in Palestina dopo che la Casa Bianca avrebbe compiuto questo passo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала