Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Corea del Nord: "Ora siamo una potenza nucleare"

© REUTERS / Toru HanaiA woman walks past a street monitor showing a news report about North Korea's missile launch, in Tokyo, Japan, November 29, 2017
A woman walks past a street monitor showing a news report about North Korea's missile launch, in Tokyo, Japan, November 29, 2017 - Sputnik Italia
Seguici su
Il lancio del missile balistico, chiamato Hwasong-15, ha scatenato la condanna internazionale. Nel pomeriggio riunione del Consiglio di Sicurezza Onu e prossimamente summit in Canada.

La Corea del Nord ha annunciato il successo di un test di un missile balistico intercontinentale (ICBM) in una dichiarazione ufficiale, trasmessa dalla televisione di stato di Pyongyang. Il missile, chiamato Hwasong-15 ed è in grado di raggiungere bersagli in tutti gli Stati Uniti, secondo quanto fa sapere la dichiarazione in cui si afferma che "Ora siamo una potenza nucleare". Immediate le reazioni internazionali.

Il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in ha condannato con fermezza il lancio, sottolineando che Seoul "non tollera ‘mai le provocazioni del regime di Kim Jong-un.

"Condanno con forza la Corea del Nord per aver messo in scena tali provocazioni sconsiderate: deve immediatamente abbandonare la sua incosciente ricerca che porterà al suo isolamento e alla sua fine, e arrivare al tavolo di dialogo. Il governo non tollererà mai le provocazioni della Corea del Nord".

Inoltre, ha avuto una conversazione telefonica col presidente Usa, Donald Trump, nella quale "entrambi i leader hanno sottolineato la gravità della minaccia posta dall'ultima provocazione di Pyongyang. Non solo verso gli Stati Uniti e la Corea del Sud, ma anche nei confronti del mondo intero", riporta una nota della Casa Bianca. Trump ha avuto un colloquio telefonico anche col premier giapponese, Shinzo Abe, nel quale è stato riaffermato l'impegno a contrastare la minaccia nordcoreana.

L'accaduto ha anche fatto sì che presto il Canada ospiterà un incontro a livello Nazioni Unite per decidere il da farsi. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri di Ottawa, Chrystia Freeland, in una nota.

"Annunciamo che presto ci sarà un incontro dei ministri degli Esteri in Canada, co-presieduto dagli Stati Uniti — si legge nel testo —, per affrontare la minaccia internazionale più pressante. Successivamente saranno comunicate data e luogo del meeting".

Per Freeland i programmi nucleare e missilistico balistico di Pyongyang sono una minaccia che non può essere tollerata. Intanto, nel pomeriggio si terrà un incontro di emergenza del Consiglio di Sicurezza Onu, chiesto da Washington e Seul.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала