Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Roshydromet trova rutenio-106 negli Urali e nella regione del Volga

© Sputnik . Stringer / Vai alla galleria fotograficaContatore Geyger per rilevare le radiazioni
Contatore Geyger per rilevare le radiazioni - Sputnik Italia
Seguici su
Alla fine di settembre Roshydromet ha osservato un elevatissimo inquinamento atmosferico da isotopi radioattivi di rutenio-106 negli Urali meridionali, nel Tatarstan, nella regione del Volga e Rostov sul Don.

"Dal 25 settembre al 1 ottobre è stato registrato un eccesso dell'attività beta nei campioni di aerosol radioattivi e nelle precipitazioni negli Urali meridionali. Nei campioni di aerosol radioattivi provenienti dai punti di osservazione ad Argayash e a Novogorny è stato rilevato il radioisotopo Ru-106 (tempo di decadimento 368,2 giorni)" dice il rapporto del dipartimento.

Come indicato nel rapporto, il contenuto di rutenio nei campioni dei  punti di osservazione di Argayash e Novogorny ha superato quelli del mese precedente di 986 e 440 volte, che corrisponde ad una "ìcontaminazione estremamente elevata".

Inoltre, il 26 e il 27 settembre sono stati trovati dei prodotti di decadimento del rutenio-106 in Tatarstan, e tra settembre 27 e 28 è stata registrata un'elevata contaminazione dei campioni di aerosol e precipitazioni a Volgograd e Rostov-sul-Don. In seguito, dal 29 settembre al 3 ottobre, il rutenio-106 si trova in tutti i paesi europei, a partire dall'Italia e più a nord dell'Europa, osserva Roshydromet.

Come riportato in precedenza, l'Ufficio tedesco per la protezione dalle radiazioni tra il 29 settembre e il 3 ottobre ha rilevato in tutta Europa, in campioni di aria da Austria e Germania, tracce di rutenio-106 radioattivo in una concentrazione sicura per la popolazione. L'agenzia ha suggerito che la fonte presumibilmente si trovi in ​​Russia, negli Urali meridionali, senza specificare in base a quali evidenze siano state tratte tali conclusioni. I laboratori delle regioni russe hanno dichiarato di non aver registrato rutenio-106 nell'aria negli ultimi tempi.

Il rutenio-106 è usato come fonte di radiazioni nella terapia del cancro. Meno comunemente, il rutenio-106 è usato nei generatori termoelettrici di radioisotopi, che sono usati nell'alimentazione elettrica dei satelliti. La sostanza può anche derivare dal trattamento del combustibile nucleare.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала