Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Kosachev: Kiev condividerà con gli USA solo l'esperienza delle"operazioni punitive"

© AFP 2021 / Yurko DyachyshynУкраинский военнослужащий у флагов США и Украины на военных учений
Украинский военнослужащий у флагов США и Украины на военных учений - Sputnik Italia
Seguici su
L’invio di armamenti statunitensi in Ucraina aumenterà il numero di vittime in Donbass, la stessa Kiev condividerà con i partner americani solo l'esperienza delle "operazioni punitive" nel sud-est del paese, ha detto a RIA Novosti domenica, il capo del Comitato per gli affari internazionali Konstantin Kosachev del Consiglio della Federazione.

Il Ministro degli esteri dell'Ucraina Pavel Klimkin ha detto che il suo paese riceverà armi degli Stati Uniti, e in cambio Kiev fornierà ai partner americani "l'esperienza nel trattare con i russi."

"La storia della possibile fornitura statunitense di armi letali Ucraina è andata avanti per un bel po' di tempo. Nel mese di luglio è stato riferito che il Pentagono e il Dipartimento di Stato hanno sviluppato un piano per la fornitura all'Ucraina di missili anticarro e altre armi, come indicato dal disegno di legge del Senato sul bilancio degli Stati Uniti per il 2018 per le esigenze di sicurezza nazionale, nel quale vengono stanziati 350 milioni di dollari per l'assistenza militare all'Ucraina" ha detto Kosachev.

È chiaro che una cosa sono le decisioni e le intenzioni, e un'altra è la loro attuazione, ha aggiunto. "E il problema qui non è che la minaccia di tali forniture costringerà la Russia a cambiare il proprio comportamento con l'Ucraina; non renderà Mosca più suscettibile all'aumento dei costi per la guerra… al contrario gli europei temono che la Russia sarà costretta ad inasprire le sue misure di sicurezza" ha detto il parlamentare.

Il senatore ha sottolineato che "la Russia non conduce una guerra, e quindi non cambierebbe nulla nella guerra inesistente contro l'Ucraina".

In questo senso, quando il Ministro degli esteri ucraino Pavlo Klimkin con "orgoglio" ha dichiarato che l'Ucraina in cambio delle armi darà Washington "la propriaesperienza nel trattare con i russi", lui "sta vendendo una scatola chiusa": Kiev non può scambiare, quell o che non ha, ha notato il politico.

"In questo caso lo Stato Islamico potrebbe trasmettere tale esperienza all'America, magari chi lo sa, forse già lo fa; l'Ucraina potrà condividere con gli USA solo la brutta esperienza delle operazioni punitive contro le regioni degli insorti. Anche se probabilmente questo adesso è più attuale in Spagna, e non negli Stati Uniti…"  ha detto Kosachev.

Ma il problema è che l'effettivo invio di armi da Washington nel conflitto interno ucraino significa che "gli Stati Uniti fanno affidamento alla soluzione militare e a trattative con la partecipazione di Volker; sono solo un canale per accettare la resa" ritiene che il legislatore.

"Tuttavia, la Russia non può capitolare in una guerra in cui non partecipa. Le forniture di armi porterà dunque all'aumento del numero dei decessi nel Donbass, e gli Stati Uniti diventeranno complici dei crimini perpetrati"  ha concluso il capo del comitato del Consiglio della Federazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала