Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Peskov: 60 falsi allarmi bomba lungo il percorso di Putin a San Pietroburgo

© Sputnik . Grygory Sisoev / Vai alla galleria fotograficaDmitry Peskov
Dmitry Peskov - Sputnik Italia
Seguici su
Più di 60 telefonate con falsi allarmi bomba sono state ricevute lungo il percorso di Putin a San Pietroburgo, ha riferito il portavoce del presidente Dimitry Peskov.

Ieri il presidente Vladimir Putin ha visitato San Pietroburgo e ha partecipato al forum culturale.

"Abbiamo ricevuto circa 60 chiamate, che parlavano di circa 50 dispositivi esplosivi, posti da diversi soggetti lungo il percorso del corteo presidenziale e in quei luoghi che doveva visitare il presidente a San Pietroburgo" ha detto Peskov. Il servizio di sicurezza ha fatto tutto il possibile per la situazione, ha sottolineato, e per non creare eccessivo disagio, ha aggiunto il portavoce, sottolineando che le chiamate non hanno influito sulla giornata di incontri del Capo dello Stato.

Peskov ha anche detto che le chiamate arrivavano dall'estero. "Questo non è stato ancora determinato, ma non c'è dubbio che prima o poi troveremo questi teppisti telefonici, teppisti, ecco come dovremmo chiamarli. Prima o poi, naturalmente, li troveranno" ha promesso il portavoce.

Un'ondata di terrorismo telefonico ha colpito la Russia dall'11 settembre in 75 regioni, con chiamate di massa su presunte bombe in 186 città del paese. Sono state evacuate più di 2,3 milioni di persone, di cui più di un quarto di milione a Mosca. Nemmeno una volta la minaccia è stata confermata. Secondo le valutazioni dell'FSB, solo a Mosca il danno provocato è pari a 150 milioni di rubli.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала