Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Contra Magazin: gli USA cercano di instaurare la loro dittatura alle Nazioni Unite

© REUTERS / Denis BalibouseONU
ONU - Sputnik Italia
Seguici su
I repubblicani hanno preparato un disegno di legge per privare del supporto di Washington tutti quei paesi che votano all'ONU in contrasto con la volontà degli USA.

Nella sua essenza, si tratta di un aperto appello politico per la creazione di un sistema di stati vassalli, per punire quei paesi che non rispettano i desideri americani, scrive il giornale austriaco Contra Magazin.

Come sottolinea l'autore dell'articolo, Marco Mayer, finora si tratta di una bozza, tuttavia, poiché gli americani si considerano una potenza egemone globale con ambizioni di assoluto dominio del mondo, non è escluso che presto diventerà legge. Si tratta di un disegno di legge sulla responsabilità dei diritti di voto alle Nazioni Unite, per sanzionare gli Stati che agiscono contro le posizioni americane, spiega il giornale. In questo modo i legislatori americani stanno cercando di stabilire la piena dittatura americana alle Nazioni Unite.

Secondo il testo del documento, i paesi stranieri che non obbediscono alla volontà di Washington, non otterranno alcun sostegno da parte degli USA. Come sottolinea il giornalista austriaco, è "un appello aperto per la creazione di un sistema di stati vassalli", che renderà la situazione peggiore di quella attuale. Un numero considerevole di paesi in tutto il mondo dipende dagli USA economicamente o militarmente, ricorda l'autore.

Come si legge nell'articolo, il Dipartimento di Stato americano già da tempo sta stilando dettagliate statistiche sulla distribuzione dei voti all'ONU, per valutare chi compie scelte in linea con la volontà americana e chi invece contro. Per esempio, le scelte del Regno Unito coincidono con quelle USA all'84,9%, quelle della Germania al 79,5%.

E' interessante notare che, con gli stessi dati statistici, Washington rileva le risoluzioni contro Israele, scrive l'autore, che ricorda gli stretti rapporti tra Israele e USA. Anche se questo disegno di legge non sarà approvato, dimostra in quale direzione si muovono le tendenze politiche negli Stati Uniti, sottolinea il giornale. Secondo l'autore dell'articolo, si può supporre che molti americani al Congresso voteranno a sostegno di questo disegno di legge, esclusivamente sulla base della propria "consapevolezza imperialista", in base alla quale gli USA nel mondo dovrebbero giocare un ruolo di primo piano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала