Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA cercano di raggiungere il super missile russo

© Sputnik . Ildus GilyazutdinovHypersonic missile
Hypersonic missile - Sputnik Italia
Seguici su
I militari americani cercano di raggiungere la tecnologia russa dei super missili ipersonici che sono difficili da rilevare e quasi impossibili intercettare.

Gli USA stanno svolgendo dei test per degli armamenti ipersonici nell'ambito del programma Prompt Global Strike, riporta la testata Popular Mechanics.

Il missile è stato lanciato nel poligono missilistico del Pacifico delle Hawaii. Il programma PGS ha l'obiettivo di poter condurre un attacco non nucleare in qualsiasi punto del pianeta in meno di un'ora.

Anche in Russia e in Cina conducono esperimenti su armamenti ipersonici. In questa gara, gli Stati Uniti devono recuperare, dice Dmitry Drozdenko, vice-direttore della rivista Arsenale della Patria.

"Se consideriamo i sistemi d'attacco, la creazione di tale dispositivo sarebbe un salto qualitativo, perché l'ipersonico è una frontiera completamente nuova nell'aerodinamica. I sistemi esistenti di difesa missilistica e di difesa aerea avrebbero molta difficoltà a neutralizzare in volo dei bersagli ad una tale velocità" ha detto a Reedus.

In Russia, i test di vettori ipersonici sono da tempo in pieno svolgimento e il numero di lanci di successo è superiore a quello degli americani, ricorda l'esperto.

Nell'ottobre 2016 in Russia durante dei test nella regione di Orenburg sulla terra di Kura a Kamchatka è stato testato con successo un velivolo ipersonico, noto con la denominazione progetto 4202 (o 15Yu71). È in grado di raggiungere una velocità fino a 7 km/s, cioè 15 volte la velocità del suono (o velocità Mach). La prima velocità dello spazio è poco meno di 8 km/s.

La Russia ha ridotto il sua iniziale ritardo rispetto agli Stati Uniti in questo settore, superandoli letteralmente a velocità ipersonica. Già a settembre 2012, il vice primo ministro Dmitry Rogozin ha sottolineato che la Russia è molto indietro rispetto gli Stati Uniti, dove si testavano prototipi dei programmi X-51, Falcon, HiFire, HyFly.

Un ostacolo allo sviluppo dei veicoli ipersonici è che non appena essi raggiungono la velocità di Mach 4, l'aria intorno ad essi si ionizza, come nel caso del rientro sulla Terra dei velivoli spaziali, ha spiegato a Reedus l'esperto Oleg Vladykin.

La ionizzazione interrompe la comunicazione radio, il che significa che il missile ipersonico in primo luogo perde il controllo e successivamente diventa "cieco", ovvero non vede più l'obiettivo.

"L'innovazione tecnologica degli ingegneri russi sta proprio in questo. Infatti hanno pensato di utilizzare questa sfera di ionizzazione attorno al velivolo per la radiolocalizzazione. Gli americani non sono ancora riusciti a risolvere questo problema completamente" dice Vladykin.

L'importanza fondamentale di tale invenzione è che un missile convenzionale, quando si avvicina ad un bersaglio, è costretto a rallentare per puntare con precisione l'obiettivo. Ma a velocità subsoniche diventa facilmente vulnerabile ai sistemi antimissile.

"Qual'è allora il senso dei missili ipersonici, se non la capacità di essi di colpire il bersaglio a velocità ipersonica?" dice l'esperto sottolineando la differenza qualitativa rispetto ai suoi omologhi convenzionali.

A dicembre 2016 il direttore generale della società russa "Tactical Missiles" Boris Obnosov ha dichiarato che un'arma ipersonica potrebbe apparire in Russia all'inizio del prossimo decennio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала