Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia, ministero Esteri svela futuro delle basi militari in Siria

© Sputnik . Dmitri Vinogradov / Vai alla galleria fotografica2 caccia russi Su-30 in Siria
2 caccia russi Su-30 in Siria - Sputnik Italia
Seguici su
Le misure del ritiro delle truppe russe dalla Siria dopo la vittoria sui terroristi del sedicente “Stato Islamico” dipenderanno dal contesto, tuttavia entrambe le basi resteranno molto probabilmente, ha dichiarato a RIA Novosti il vice ministro degli Esteri Oleg Syromolotov.

"Penso che le nostre basi rimarranno. In che forma non posso dirlo, non sono il ministro della Difesa, sarebbe meglio rivolgersi a lui su questo argomento", — ha detto l'interlocutore dell'agenzia.

Nel marzo 2016 il presidente Vladimir Putin aveva deciso di ritirare la maggior parte del gruppo aereo russo per lo svolgimento efficace dei compiti. Allo stesso tempo la Russia non ha abbandonato i suoi obblighi di fornire armi e attrezzature militari al governo siriano e di addestrare specialisti militari; la base aerea di Hhmeimim e il centro logistico della marina a Tartus sono ancora in funzione. Inoltre in Siria lavora il centro di riconciliazione.

Syromolotov ha osservato che se all'ISIS è rimasto il 10% del territorio conquistato in precedenza, "Al-Nusra" continua a combattere. Inoltre altri gruppi criminali si riorganizzano in gruppi, a volte operanti in autonomia.

"Pertanto fissare un calendario ora non ha semplicemente prospettive reali", ha aggiunto.  

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала