Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Petrolio vola sullo sfondo delle tensioni tra Riaydh e Teheran e arresti principi sauditi

© Sputnik . Ilya Pitalev / Vai alla galleria fotograficaEstrazione di petrolio
Estrazione di petrolio - Sputnik Italia
Seguici su
Il petrolio Brent ha aggiornato i massimi degli ultimi 2 anni toccando nelle contrattazioni della borsa di Londra i 62,81 dollari al barile sullo sfondo degli arresti di membri della famiglia reale, per le tensioni con l'Iran nello Yemen e per la morte di importanti funzionari in un disastro aereo.

Questo pomeriggio il petrolio Brent viene scambiato in borsa sopra i 62 dollari al barile.

L'ultima volta che le quotazioni dell'oro nero segnavano questi valori si era registrata nel novembre 2015.

Domenica il comitato supremo anticorruzione dell'Arabia Saudita ha ordinato l'arresto di 40 persone influenti, tra cui membri della famiglia reale, ministri, militari e uomini d'affari.

Inoltre nel fine settimana è morto il principe Mansour bin Muqrin in una sciagura aerea nel sud del Paese. A bordo dell'elicottero si trovavano anche altri funzionari sauditi di alto rango.

Inoltre Riyadh aveva definito il lancio di un missile balistico dal territorio dello Yemen un atto di aggressione dell'Iran, ha riferito l'agenzia Saudi Press.

Secondo gli esperti sauditi che hanno studiato i frammenti del missile, l'Iran è legato alla sua produzione e al "contrabbando" ai ribelli sciiti Huthi dello Yemen, che probabilmente hanno lanciato il razzo dai territori controllati nel Paese nel Golfo di Aden.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала