Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Immunità e privilegi al personale NATO in Montenegro significano occupazione”

© REUTERS / Ints KalninsMilitare lettone con la bandiera della NATO
Militare lettone con la bandiera della NATO - Sputnik Italia
Seguici su
Il pacchetto di leggi per attribuire l'immunità diplomatica e una serie di privilegi al personale della NATO e ai membri del blocco militare euro-atlantico in Montenegro dimostra la violenta “atlantizzazione” e porta il Paese verso l'occupazione.

Lo ha dichiarato a Sputnik il leader dell'organizzazione politica "Resistenza alla disperazione" e del movimento per la neutralità militare montenegrina Marko Milacic.

Le leggi sono state approvate dal governo del Montenegro e sono in attesa di essere votate dal Parlamento: tra le altre cose definiscono lo status giuridico delle forze armate di un Paese membro della NATO sul territorio e attribuiscono l'immunità diplomatica.

Il politico ha affermato che i rappresentanti permanenti dei Paesi membri della NATO e il loro personale riceveranno in Montenegro immunità e privilegi di cui godono i diplomatici: l'immunità dai processi e dall'arresto, l'immunità dalla responsabilità per le dichiarazioni pubbliche, semplificazioni burocratiche, esenzione dal pagamento delle imposte sul reddito ed altre tasse durante il servizio.

A suo parere, questo suggerisce che "la NATO in Montenegro riceverà di fatto l'immunità dalla democrazia".

"Questo status del personale della NATO nel modo migliore e in modo molto particolare mostra chiaramente il tipo di organizzazione di cui si tratta: un apparato globale di violenza, un meccanismo che si crea e danneggia Paesi vassalli, leggi che garantiscono l'illegalità totale. Stiamo parlando di ingiustizia legalizzata. Aggiungendo inoltre il fatto che il Montenegro è stato trascinato nella NATO in contrasto con la volontà dei cittadini e senza un referendum, allora l'illegalità è ancora più spregiudicata e totale".

A suo parere, "l'atlantizzazione corrente del Montenegro" sarà riconsiderata non appena si incontreranno le condizioni, la prima delle quali un cambio legittimo di potere nel Paese.

All'inizio di giugno il Montenegro è diventato ufficialmente il 29° membro dell'Alleanza Atlantica. Una parte significativa della popolazione di questa ex repubblica jugoslava si è opposta all'adesione nella NATO: si sono svolte diverse manifestazioni di protesta.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала