Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Compagnia ex capo Rosneft si impegna per progetto da $20 con Intesa San Paolo

© AP Photo / Luca BrunoBanca Intesa Sanpaolo
Banca Intesa Sanpaolo - Sputnik Italia
Seguici su
La banca italiana e la filiale NNK hanno firmato un accordo di cooperazione nello sfruttamento del deposito di Paihakh sulla penisola di Taimyr.

La società Taimyrneftegaz (filiale dell'azienda indipendente di idrocarburi di Eduard Khudainatov, capo di Rosneft da 2010-2012) si è accordata con la banca italiana Intesa sulla cooperazione nello sfruttamento del giacimento petrolifero di Paihakh situato sulla penisola di Taimyr.

"Abbiamo firmato un accordo con Intesa Bank per la cooperazione congiunta sul progetto di Paihakh che prevede l'organizzazione e la preparazione del progetto per il finanziamento, l'attrazione degli investitori e la loro partecipazione al finanziamento del progetto" ha detto Khudainatov al forum Eurasiatico di Verona con gli investitori.

Lo sfruttamento industriale del giacimento dovrebbe iniziare nel 2023 ed entro il 2028 si dovrebbero estrarre fino a 20 milioni di tonnellate di petrolio all'anno.

"Per ora l'importo richiesto è stimato al momento intorno ai 5 miliardi di dollari, l'investimento totale per l'intero periodo del progetto è di $20,2 miliardi" ha detto Khudainatov, sostenendo che il progetto dovrebbe ripagare l'investimento in 9 anni dall'inizio della costruzione.

Attualmente a Paihakh sono in corso i preparativi per lo sfruttamento del giacimento e in futuro, si prevede di costruire un terminale per l'esportazione di petrolio alla foce dello Yenisei.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала