Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Politologo: cosa cambierà dopo le elezioni parlamentari in Austria

© Fotolia / Kristina AfanasyevaBandiera Austria
Bandiera Austria - Sputnik Italia
Seguici su
In seguito alle elezioni parlamentari di domenica è possibile la formazione di nuova coalizione di governo con il Partito popolare democratico e i nazionalisti di destra del Partito della libertà. Lo pensa il professore della politologia dell'Università di Innsbruck Gerhard Mangott.

Secondo Mangott, da un lato molti elettori ancora non hanno deciso per chi votare, dall'altro i risultati sondaggi già sono abbastanza stabili per predire la votazione.

"Sembra che il Partito Popolare sia il più forte nelle elezioni. Il secondo posto sarà diviso fra il Partito Socialdemocratico e il Partito della Libertà", ha detto l'esperto.

"La questione del corpo dei ministeri non è ancora risolta. Però quello che apparirà dopo le elezioni sarà un governo completamente diverso", pensa Mangott.

Egli ha aggiunto che c'è poca possibilità che un solo partito abbia la maggioranza assoluta dei voti. Quindi i parlamentari dovranno formare una coalizione. Il leader del Partito Socialdemocratico, il cancelliere Christian Kern, ha già annunciato che in questo caso il suo partito andrà all'opposizione.

"Probabilmente il Partito socialdemocratico diventerà il partito d'opposizione più forte. Resta aperta la domanda se Christian Kern rimarrà presidente in caso di fallimento", osserva il politologo, che pensa che il suo posto possa essere preso dal ministro della Difesa Hans Peter Doskozil.

"Ha rapporti personali molto buoni con Christian Kern. È possibile che lo chiamerà a formare una coalizione con il Partito Popolare", ragiona l'esperto.

Mangott pensa inoltre che la politica estera del governo non cambierà considerevolmente.

"Se il Partito della Libertà entrerà nel governo sicuramente cercherà di ottenere una politica estera più favorevole riguardo la Russia e cercherà una più stretta cooperazione con i vicini a est dell'Austria. Però è poco probabile che il partito potrà prendersi il ministero degli Affari Esteri", conclude il politologo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала