Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli scienziati confermano la teoria di Darwin

© East News / Universal History Archive/UIGCharles Robert Darwin
Charles Robert Darwin - Sputnik Italia
Seguici su
La vita sulla Terra si è formata “negli stagni caldi” di Darwin quasi subito dopo la formazione del pianeta in conseguenza alla caduta degli asteroidi che hanno portato “i mattoncini della vita”. Ne parla un articolo pubblicato dalla rivista PNAS.

"Per capire come è nata la vita prima bisogna capire com'era la Terra miliardi di anni fa. La nostra ricerca lo dimostra chiaramente e fa vedere che il processo della formazione del sistema solare ha influenzato direttamente la nascita della vita sulla Terra", ha dichirato Thomas Henning dell'Univerisita di Göttingen (Germania).

Negli ultimi anni sempre più biologi evoluzionisti hanno condiviso l'idea che la vita si è sviluppata non negli oceani ma sulla terraferma, negli stagni e vicino le bocche di geyser e vulcani. Lo conferma anche il fatto che lì erano presenti alcuni elementi importanti incluso molibdeno, boro e azoto.

Henning e i suoi colleghi hanno trovato un'altra conferma della teoria di Darwin, analizzando alcune varianti della composizione chimica della Terra delle origini e quello che è successo sulla sua superficie nei primi istanti della vita del sistema solare.

Secondo i calcoli, i più semplici "mattoncini della vita" e le molecole di RNA capaci di autoaccoppiarsi sono apparse sulla Terra sorprendentemente presto, alcune centinaia di migliaia o milioni di anni, prima di quando la superficie si è raffreddata ed è apparso l'oceano primordiale.

Secondo gli scienziati, le prime molecole e le primitive forme di vita sono apparsi dentro piccoli laghi caldi, che si sono formati in seguito alla caduta delle comete e dei meteoriti. Questi laghi si disseccavano periodicamente, però questo era un vantaggio perché le molecole di RNA possono formare catene più complicate solo se la concentrazione dell'acqua diminuiva e aumentava bruscamente.

Gli scienziati spiegano che questo problema sembra irrisolvibile per le teorie che sostengono che la vita è nata nell'oceano o nelle fonti termali, dove la concentrazione dell'acqua resta sempre alta. Quindi la teoria di Darwin su "uno stagno caldo" come la culla della vita, secondo Henning e i suoi colleghi, è molto più vicina alla realtà delle altre teorie.

Questo scenario corrisponde con le tracce dei primi esseri viventi, scoperti recentemente, che abitavano al pianeta al minimo 3,95 miliardi o anche 4,2 miliardi di anni fa.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала