Per il procuratore generale ucraino le esplosioni a Vinnitsa sono "sabotaggio russo"

Seguici suTelegram
Il procuratore generale dell'Ucraina Yuri Lutsenko, in onda sul canale tv Inter, ha detto che la causa delle esplosioni nel deposito di munizioni è una "diversione russa".

"Noi siamo inclini a credere che le recenti esplosioni sono parte di un'azione militare russa. Abbiamo osservato segni di sabotaggio" ha detto Lutsenko. L'esplosione dei magazzini a Vinnitsa potrebbe essere stata causata da un detonatore, ha aggiunto.

Secondo Lutsenko, le esplosioni nel deposito di munizioni a Balakliia a marzo di quest'anno sono state causate da un drone russo, che ha attraversato il confine e ha raggiunto il deposito con le cariche termobariche. Nessuna prova è stata presentata dal procuratore generale.

Martedì sera nei depositi di Kalinovka, nella regione di Vinnitsa, è scoppiato un incendio, localizzato il giorno successivo. Il procuratore militare capo, l'ucraino Anatoly Matius, ha smentito le informazioni su gruppi di sabotaggio a Kalinovka e ha detto che i depositi non erano custoditi con cura e l'allarme antincendio non è entrato in funzione.

Matius ha reso noto che due ufficiali ucraini che erano di guardia al magazzino, contenente missili Tochka U, sono stati sospesi perché in stato di ebbrezza. Non ha specificato di quale deposito si tratti.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала