Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I nordcoreani hanno imparato come ottenere i bitcoin

CC0 / Pixabay / Bitcoin
Bitcoin - Sputnik Italia
Seguici su
In Corea del Nord è stata lanciata la “coniazione” industriale della cripto-valuta.

Le autorità della Corea del Nord hanno fatto un'ulteriore scoperta tecnologica. A seguito dei test di successo dei missili intercontinentali e di una bomba all'idrogeno, è stata lanciata la "coniazione" industriale dei bitcoin. I Bitcoin della Corea del Nord vengono estratti su materie prime completamente interne, ossia carbone.

Il carbone per la Corea del Nord è come il petrolio per la Russia. La Corea del Nord è uno dei primi dieci esportatori di carbone nel mondo. Tuttavia, dopo che il suo principale acquirente, la Cina, ha imposto un divieto alle importazioni nordcoreane, il carbone eccedente ha cominciato ad essere utilizzato per il mining.

Se non si tratta di notizie false, le autorità nordcoreane hanno trovato un uso ragionevole per il carbone eccedente, ha dichiarato Vladimir Ulyanov, capo del centro analitico Zecurion.

"L'estrazione dei bitcoin è una procedura ad alta intensità energetica. I costi di trasferimento per l'estrazione di un bitcoin in kilowatt è direttamente difficile, perché non esiste alcuna dipendenza diretta tra di loro. Alcune CPU consumano più energia, mentre altre ne utilizzano meno. È possibile ottenere i bitcoin utilizzando una batteria di migliaia di processori, oppure è possibile con l'aiuto di una scheda video o un chip particolarmente configurati", spiega Ulyanov.

Se Pyongyang eleva a livello statale l'estrazione di Bitcoin (come sembrerebbe essere accaduto), renderà il lavoro degli altri minatori di criptovaluta nel mondo molto più complicato.

Tuttavia il problema è un algoritmo matematico creato deliberatamente per impedire la concentrazione delle emissioni della cripta di valuta nelle stesse mani.

"È fisicamente impossibile per tutti, anche Kim Jong-un personalmente, di ottenere tutti i bitcoins, lasciando il resto del mondo a mani vuote. Anche se bruciasse tutto il carbone presente in Corea del Nord", afferma Ulyanov.

Secondo il Recorded Future, la miniera Bitcoin su vasta scala in Corea del Nord ha avuto inizio a metà maggio. Inoltre, gli analisti hanno scoperto che l'elite nordcoreana, che ha accesso libero a Internet, ha utilizzato reti VPN per fare acquisti per bitcoin.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала