In Russia distrutte le ultime scorte di armi chimiche, ma non a Washington

© AP Photo / Alexander ZemlianichenkoVladimir Putin
Vladimir Putin - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'ultimo chilo di scorte di sostanze tossiche, contenuto da due ordigni, è stato distrutto, con un comando dato dal presidente Vladimir Putin in diretta dal villaggio di Kizner.

Putin ha definito l'eliminazione delle ultime armi chimiche un evento storico, ma ha riferito che Washington non rispetta gli obblighi per la distruzione delle armi chimiche. Gli USA non adempiono al loro obbligo di distruzione delle armi chimiche, rimandato per tre volte. 

"Come è noto, Russia e USA erano i più grandi possessori di armi chimiche, gli USA, purtroppo, non adempiono ai loro obblighi per la distruzione delle armi chimiche, hanno rimandato tre volte la liquidazione, con il pretesto di scarse risorse finanziarie" ha detto il presidente, sottolineando che "francamente, suona strano".

"Ma va bene, ci aspettiamo che gli USA, come gli altri paesi, adempiranno ai loro obblighi nel quadro degli accordi internazionali" ha concluso Putin.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала