Scienziati: evaporazione del Mediterraneo provocò in passato un’enorme eruzione vulcanica

© Sputnik . Alexei DanichevMar Mediterraneo
Mar Mediterraneo - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
In Europa meridionale circa 5-6 milioni di anni fa avvenne un'enorme eruzione vulcanica provocata dall’evaporazione delle acque del Mar Mediterraneo le quali non premevano più sulla crosta terrestre, si legge nell’articolo pubblicato sul giornale Nature Geoscience.

"Tra i 5,9 e i 5,3 milioni di anni fa è stata registrata un'attività vulcanica insolitamente alta nel Mediterraneo. Perché? Secondo la logica solo una forte evaporazione delle acque del Mediterraneo avrebbe potuto influenzare l'attività del sottosuolo e provocare un'eruzione di magma in tutta la regione" ha dichiarato Pietro Sternai dell'università di Ginevra in Svizzera.

Sternai e i suoi colleghi studiano l'origine dei fenomeni misteriosi avvenuti nel recente passato geologico della terra durante la cosiddetta crisi di salinità del Messiniano avvenuta circa 5-6 milioni di anni fa.

In quel periodo il Mediterraneo vide diversi momenti di evaporazione e persino di totale proscigamento, duranti i quali si trasformò in una pianura salata o in laghi salati comunicanti tra di loro.

Le tracce di questo cataclisma sono evidenti in chilometri di depositi di sale sulla costa meridionale dell'Europa. Tutto questo è accaduto in un batter d'occhio in termini geologici, l'acqua marina è evaporata per circa mille anni, ed è tornata in maniera ancora più veloce, in pochi mesi.

Il fondale prosciugato del Mediterraneo all'epoca era un luogo infernale, le temperatura raggiungevano gli 80°C, la pressione era inoltre 1,5 volte più alta rispetto a quella del mare di oggi. Gli scienziati ancora non sanno spiegarsi le cause di tale cataclisma; in parte credono che questi eventi siano stati provocati dal movimento della placche tettoniche che hanno ostruito lo stretto di Gibilterra, e in parte dalla formazione di ghiacci in Antartide che hanno ridotto il livello degli oceani.

Questi eventi sono accaduti lasciando tracce evidenti nel sottosuolo. Ad esempio, la fine dell'era glaciale il ritiro dei ghiacci polari della Terra a nord ha portato al fatto che alcune regioni dell'America di oggi stanno letteralmente affondando a velocità molto elevata a causa della scomparsa della massa che sosteneva il loro "peso".

Queste considerazioni hanno spinto gli studiosi a verificare cosa è cambiato nella litosfera dell'Europa dopo la scomparsa di quasi 4,4 quadrillioni di tonnellate di acqua dell'ex Mediterraneo. Come hanno dimostrato questi calcoli, l'abbassamento del livello del mare di due chilometri e la sua disgregazione in grandi "laghi" portarono ad una riduzione della pressione dell'acqua sulla crosta terrestre nella zona degli odierni Italia, Marocco e Sicilia.

Questo secondo gli scienziati portò ad un notevole aumento dell'attività vulcanica al punto che fiumi di magma potevano liberamente scorrere verso la superficie della Terra, non dovendo superare la pressione della gigante "colonna d'acqua" del Mediterraneo, che premeva nel sud d'Europa e in nord Africa.

Tracce di tale processo sono visibili secondo Sternai nei sedimenti di rocce vulcaniche nelle regioni del mar Mediterraneo dove l'evaporazione delle acque fù maggiore. Durante la crisi di salinità del Messiniano in Italia e in altri punti caldi ci furono tra le 10 e le 13 eruzioni vulcaniche e non 4 o 5 eventi di questo tipo come oggi o fino al momento del prosciugamento del Mediterraneo.

Inoltre, la scoperta di questa insolita relazione tra i vulcani e il livello del mare, come ritiene Sternai, è un altro argomento a favore della teoria del veloce sviluppo della crisi del Messiniano. Secondo lui, questa esplosione di attività vulcanica può accadere solo se l'acqua evapora molto rapidamente, e questo la dice lunga sull'ostruzione totale dello stretto di Gibilterra durante l'inizio del cataclisma. Simili cataclismi potrebbero nuovamente avvenire sulla Terra in futuro se il livello del mare cambierà ancora una volta, concludono gli scienziati.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала