Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"La guerra fredda d'informazione tra Russia e USA sta diventando calda"

© Sputnik . Konstantin Chalabov / Vai alla galleria fotograficaSputnik
Sputnik - Sputnik Italia
Seguici su
I rappresentanti del Congresso statunitense hanno sostenuto l'iniziativa per avviare un'indagine "sull'ingerenza" di Sputnik nelle presidenziali di un anno fa. La politologa Kira Sazonova ha espresso l'opinione su Radio Sputnik secondo cui queste accuse non sembrano serie.

La docente dell'Accademia presidenziale russa dell'economia nazionale e della pubblica amministrazione Kira Sazonova ritiene gli attacchi americani contro i media russi siano l'ennesima mossa degli Stati Uniti nella guerra d'informazione contro Mosca.

"Secondo me, tutto quello che sta accadendo è solo uno degli eventi nella guerra di informazione fredda ormai diventata calda tra la Russia e gli Stati Uniti. Allo stesso tempo queste accuse pesanti non vengono accompagnate da prove: è molto triste, perché sconvolgono e complicano le già difficili relazioni bilaterali ", ha dichiarato Kira Sazonova.

A suo parere, gli americani non hanno nulla da dimostrare alla parte russa e tutte le loro accuse non sembrano serie. 

"Per quanto riguarda le reali basi giuridiche, a mio parere, entrambe le parti non hanno né il tempo né la voglia. Perdipiù manca il pretesto legale che consentirebbe oggi di rivolgersi a qualche tipo di tribunale internazionale o organo internazionale per risolvere questo tipo di problema.

Semplicemente perchè la parte americana non ha in mano nulla per andare da qualche parte. Tutte le presunte prove prese rocambolescamente da qualcuno in interrogatori notturni o per sentito dire non sono cose serie per uno Stato sulla carta serio come gli Stati Uniti".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала