A Washington ritengono “Siria non stabile” con Assad al potere

© AP Photo / SANA Il presidente siriano Bashar al-Assad
Il presidente siriano Bashar al-Assad - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti parteciperanno attivamente alla normalizzazione della crisi siriana, non permetteranno il rafforzamento dell'influenza dell'Iran nel Paese ed auspicano che la soluzione del conflitto non preveda la permanenza al potere del presidente Bashar Assad, ha detto ai giornalisti la rappresentante permanente degli USA all'ONU Nikki Haley.

"Gli Stati Uniti saranno protagonisti della risoluzione del conflitto in Siria. Non saremo soddisfatti finchè non vedremo una Siria forte, il che significa che Assad non sarà al potere".

Secondo la rappresentante della diplomazia americana, "l'Iran non potrà svolgere alcun ruolo guida in questa situazione".

In precedenza gli Stati Uniti avevano espresso preoccupazione per la crescente influenza di Teheran in Siria e il coinvolgimento dell'Iran ai negoziati di Astana sulla creazione di zone di de-escalation.

Nel corso del conflitto siriano l'opposizione anti-Assad ha beneficiato del sostegno americano tramite la CIA. Non sono mai state rivelate dalle autorità americane la portata e i risultati di questo appoggio. Parallelamente il Pentagono esegue il programma per "aiutare e preparare" l'opposizione in Siria a combattere lo "Stato Islamico".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала