Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Immigrazione e terrorismo, Trump se la prende con il “politically correct”

© REUTERS / Jonathan ErnstUS President Donald Trump says something to reporters as he departs for travel to Poland and the upcoming G-20 summit in Germany, from the South Lawn of the White House in Washington, US, July 5, 2017.
US President Donald Trump says something to reporters as he departs for travel to Poland and the upcoming G-20 summit in Germany, from the South Lawn of the White House in Washington, US, July 5, 2017. - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente americano Donald Trump ha affermato che il divieto di ingresso negli Stati Uniti dovrebbe essere più rigido, tuttavia queste misure sono impossibili per colpa della tendenza del “politicamente corretto” (politically correct).

"Il divieto di entrare negli Stati Uniti deve essere molto più esteso, rigido e concreto, ma per quanto sia stupido, sarebbe politicamente scorretto!" — ha twittato il presidente americano.

​Lunedì la Corte Suprema ha sospeso l'ingiunzione sul decreto migratorio del presidente Donald Trump dopo che il governo americano aveva presentato ricorso per cancellare le limitazioni introdotte in particolare sull'accoglienza temporanea dei profughi.

Alla fine di giugno Trump aveva firmato un decreto, in base al quale per 90 giorni veniva vietato l'ingresso negli Stati Uniti ai cittadini di Iran, Yemen, Libia, Siria, Somalia e Sudan, nonché si sospendeva per 120 giorni il programma di accoglienza dei rifugiati. Tuttavia il decreto non si applicava per le persone con doppia cittadinanza o permessi di soggiorno negli Stati Uniti e per i parenti più vicini.

Trump aveva giustificato questa misura con la lotta contro i terroristi dell'ISIS.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала