Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Nessuna violazione": gli esperti stranieri hanno valutato le elezioni in Russia

© Sputnik . Igor AgeyenkoElezioni in Russia
Elezioni in Russia - Sputnik Italia
Seguici su
Esperti stranieri, provenienti da USA e Unione Europea, arrivati in Russia su invito dell'Associazione "Monitoraggio Pubblico Nazionale" hanno valutato positivamente lo svolgimento.

In un'intervista a Sputnik hanno confermato che nessuna violazione della legge elettorale è stata registrata. Le elezioni del 10 settembre si sono tenute in 82 delle 85 regioni, 16 regioni hanno scelto i governatori delle regioni, sei i parlamenti regionali. I comitati hanno sottolineato che non si tratta di osservatori, ma di "esperti internazionali, ospiti e partner".

Impeccabile l'organizzazione

Il francese Ameri D'Artagnan, il cui cognome "deriva dal famoso personaggio letterario", in qualità di esperto internazionale, ha partecipato alle elezioni del governatore e dei membri della regione di Jaroslavl. Secondo lui, il voto è stato organizzato "perfettamente".

"Non abbiamo registrato nessun problema. Il sistema, a quanto pare, è organizzato in modo che non ci siano possibilità di violazioni" ha detto a Sputnik. Non ci sono stati reclami né da parte dei candidati, né da parte degli elettori. "Abbiamo interrogato i rappresentanti dei candidati, tutti ci hanno detto che tutto è andato molto bene" ha detto lui.

Attrezzatura superiore

Gli esperti, inoltre, sono stati colpiti dal lato tecnico di processo. "L'uso di speciali macchine consente di realizzare pienamente il principio "una persona — un voto". Abbiamo testato questi sistemi a Rostov e, lo confesso, ho cercato di barare e di evitare di registrare alcuni fogli di carta. Ma la macchina non ci ha permesso di farlo" ha detto, sottolineando che "questo sistema di alta tecnologia in Francia non c'è".

Violazioni non registrate

Gli esperti che hanno lavorato ai seggi elettorali in tutta la Russia hanno anche detto che non hanno registrato alcuna violazione. Reclami da parte degli elettori o dei candidati non sono stati segnalati. "Il processo è molto ben organizzato. Funziona molto bene la notifica degli elettori" ha detto la rappresentante francese Maria Rodriguez-Mccain. A sua volta, il deputato del consiglio nazionale slovacco Marek Kraici, seguendo lo svolgimento della elezione ad Udmurtia, ha sottolineato che il processo corrisponde ai processi di democrazia nei paesi occidentali. "In modo molto chiaro non c'è stata nessuna violazione" ha dichiarato.

Secondo il suo assistente Janusz Nidzvezki, nella regione vi è una elevata dotazione tecnica. "Il lavoro delle commissioni è molto professionale, migliore che in molti paesi occidentali. Ad esempio, qui usano codici speciali durante il conteggio dei voti, questo accelera il processo e riduce il numero di errori" ha sottolineato.

Minimo sforzo

Un altro esperto francese, Bernard Owen, ha parlato della sua visita a diversi seggi elettorali: secondo lui, "tutto va bene". Ha anche elogiato il nuovo sistema, per cui i cittadini russi possono votare non all'indirizzo di registrazione, ma per ubicazione. "Questo sistema dà agli elettori un'altra possibilità di votare con meno sforzo amministrativo, se non altro, non per il luogo di residenza. E questo funziona. Posso dire che la Russia ha fatto qualcosa che prima non esisteva".

La legalità e la democrazia

Membro onorario del parlamento francese, Thierry Mariani e l'ex-deputato del parlamento francese Nicolas Djiuk, hanno visitato due seggi elettorali a Sebastopoli e Balaklava, hanno reso omaggio alla memoria delle vittime francesi durante la guerra di Crimea. Secondo loro, l'elezione del governatore di Sebastopoli è conforme alle norme democratiche. "E' la mia terza volta in Crimea, siamo arrivati a Sebastopoli, perché questa è la prima elezione. Sono elezioni simboliche, si differenziano dalle elezioni in altre zone della Russia" ha detto Mariani in una conferenza stampa. Secondo lui, il voto è stato calmo e democratico. L'ex-membro del parlamento di Francia, sindaco della città di Brienne-le-Château,  Nicolas Djuik, ha anche sottolineato la legalità e la democrazia delle procedure elettorali a Sebastopoli. "La gente in Crimea vive con calma, è una giornata storica, perché gli abitanti della vostra città per la prima volta scelgono il governatore di Sebastopoli"ha detto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала