Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media: con i caschi blu nel Donbass Putin vuole imbrogliare l’Occidente

© AP Photo / Markus SchreiberSigmar Gabriel
Sigmar Gabriel - Sputnik Italia
Seguici su
L'iniziativa di Putin di mandare i caschi blu nel Donbass è un imbroglio e il ministro degli Esteri tedesco è già caduto nella trappola del presidente russo. Scrive a proposito il quotidiano svizzero Neue Zürcher Zeitung.

Il presidente russo Vladimir Putin ha inaspettatamente sostenuto l'iniziativa di dispiegare una missione di pace della Nazioni Unite nell'est dell'Ucraina. Tuttavia, con una maggiore conoscenza della questione, diventa chiaro che la sua proposta non è altro che un imbroglio — sostiene la pubblicazione.

"La migliore difesa è l'attacco, e Putin lo sa", continua il giornale. La proposta del capo del Cremlino di inviare i caschi blu nel Donbass è piuttosto dimostrativa. Il leader russo comprende perfettamente: questa iniziativa è destinata a fallire, ma beneficerà la sua immagine, sottolinea la pubblicazione.

Il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha subito definito la proposta di Vladimir Putin "un segnale inaspettato" e vi ha anche visto "un cambiamento nella politica" del presidente russo. Secondo il ministro, l'accordo sul dispiegamento della missione di pace della Nazioni Unite nell'Est dell'Ucraina sarà il primo passo importante verso l'abolizione delle sanzioni contro la Russia.

"Tuttavia, il capo della diplomazia tedesca, apparentemente, non ha ascoltato attentamente Putin, quando ha annunciato martedì la sua proposta in una conferenza stampa in Cina. Il capo del Cremlino ha fissato diverse condizioni, che non sono certo una grande sorpresa", osserva la pubblicazione.
In primo luogo, il presidente russo vuole che i caschi blu siano posizionati solo lungo la cosiddetta linea di contatto per la protezione degli osservatori OSCE. In secondo luogo, prima di permettere l'accesso alla missione di pace delle Nazioni Unite in Donbass, Kiev dovrebbe iniziare colloqui diretti con leader delle due repubbliche separatiste.

"Si tratta di richieste della Russia, che sono vecchie quanto il conflitto stesso. Mosca certamente vuole che Kiev non solo riconosca i regimi fantoccio di Donetsk e Lugansk come parte del conflitto, ma cerchi anche una soluzione attraverso negoziati diretti con loro. Questo rafforzerà l'impressione superficiale che il confronto è una guerra civile alla quale la Russia non prende parte", spiega il giornale.
Secondo la Neue Zürcher Zeitung, il leader russo con la sua proposta vuole spacciare per novità argomenti più che vecchi. Il capo del Cremlino è convinto che l'invio dei caschi blu nel Donbass "non risolverà il conflitto, ma al meglio lo bloccheranno".

Allo stesso tempo, la reazione del ministro degli Esteri della Germania provoca preoccupazione. È evidente che in Occidente c'è ancora chi cade nelle trappole di Putin, afferma la pubblicazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала