Governatore Deir-ez-Zor: una svolta dell'esercito siriano contro l'assedio dell'IS

© AFP 2022 / KobajjepDeir ez-Zor
Deir ez-Zor - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli abitanti della città siriana di Deir-ez-Zor, da più di tre anni, si trovavano sotto l'assedio dei militanti, soffrendo per una grave carenza di medici specialisti, prima di tutto, di chirurghi. Ne ha parlato in un'intervista al canale televisivo RT il governatore della provincia omonima Mohammed Ibrahim Samra.

"Deir-ez-Zor ha vissuto il più lungo assedio della storia moderna. La città viveva  nel buio: non c'era elettricità, né gasolio, né gas. Mancavano i medici, soprattutto i chirurghi. Ogni speranza era riposta negli elicotteri, che aiutavano le persone trasferendole in città vicine" ha detto Samra.

Secondo il governatore, nonostante l'assedio, i lavoratori hanno continuato ad andare in fabbrica, gli studenti a studiare, anche durante i bombardamenti di artiglieria. Deir ez-Zor e l'aeroporto militare, sito a 2 km, erano circondati dai terroristi da più di tre anni. Pochi mesi fa i miliziani dello Stato Islamico erano riusciti a tagliare i collegamenti tra i combattenti dell'esercito e la base dell'aviazione.

Nonostante si trovassero sotto regolare attacco dell'ISIS, che ha usato attentatori suicidi e auto bombe, il presidio di Deir-ez-Zor ha continuato a mantenere la sua difesa, periodicamente attaccata dai terroristi. Cibo e munizioni militari per i civili arrivavano solo via aerea. Alla base aerea della città riuscivano ad arrivare gli elicotteri della città di Qamishli, che hanno evacuato feriti e portato beni di prima necessità.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала