Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ucraina, Mosca: detenzione ed espulsione reporter russa è deliberata provocazione

© Foto : Public DomainIl quartiere generale del servizio di sicurezza ucraino (Sbu) a Kiev
Il quartiere generale del servizio di sicurezza ucraino (Sbu) a Kiev - Sputnik Italia
Seguici su
Alla giornalista russa Anna Kurbatova, detenuta a Kiev nei giorni scorsi, sarà vietato entrare in Ucraina a causa di “attività contro il Paese”.

Lo ha detto un consigliere del ministro degli Interni ucraino, Zoryan Shkyryak, su Facebook.

All'inizio della giornata, il canale 1 russo ha affermato che la sua corrispondente era stata rapita a Kiev.

Il servizio di sicurezza ucraino ha detto più tardi che la giornalista sarebbe stata fatta tornare a forza in Russia.

"Kurbatova sarà espulsa dal territorio dell'Ucraina con divieto di entrare a causa di attività anti-ucraine", ha spiegato Shkyryak.


Il ministero degli Esteri russo dichiara che Il rapimento a Kiev e l'espulsione della reporter russa Anna Kurbatova è una provocazione deliberata.

"La detenzione a Kiev, il 30 agosto, della giornalista di Canale 1, Anna Kurbatova e la sua espulsione forzata in Russia, non è chiaramente un fatto accidentale, ma una provocazione deliberata avviata dall'applicazione delle forze dell'ordine" si legge nella nota del dicastero.

Intanto l'ambasciata russa a Kiev ha intrapreso tutte le misure necessarie per chiarire le circostanze dell'incidente e per proteggere gli interessi di Kurbatova.  


Il ministero degli Esteri russo ha espresso la speranza che le organizzazioni internazionali per i diritti umani e gli altri organismi che proteggono gli interessi dei giornalisti reagiscano all'incidente accaduto alla giornalista russa Anna Kurbatova in Ucraina.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала