Pushkov racconta come Tefft ha cercato di salvare l’immagine degli USA

© AFP 2022 / Alexander NEMENOVAmbasciata degli USA a Mosca
Ambasciata degli USA a Mosca - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'ambasciatore americano in Russia John Tefft ha cercato di salvare l'immagine degli Stati Uniti in Russia dicendo che la sospensione del rilascio dei visti americani in Russia non è una vendetta, ha detto il senatore Alexey Pushkov.

In precedenza, Tefft ha affermato che la sospensione del rilascio dei visti statunitensi ai cittadini russi non è una vendetta per la decisione del Ministero degli esteri russo di ridurre il numero di impiegati dell'ambasciata statunitense, ma che è il risultato di questa decisione.

Il suo predecessore, l'ex ambasciatore statunitense in Russia Michael McFaul, ha immediatamente affermato che gli Stati Uniti avrebbero emesso meno visti come un altro tentativo di punire la Russia, "nello spirito dell'ex Presidente americano Barack Obama".

In precedenza, Mosca ha ordinato agli Stati Uniti di ridurre il personale diplomatico in Russia da 755 persone a 455 dipendenti. Così, Mosca ha equiparato il numero di dipendenti dell'ambasciata degli Stati Uniti in Russia al numero di lavoratori nella missione diplomatica russa negli Stati Uniti. Secondo il Ministero degli esteri, queste misure sono state una risposta alla politica anti-russa e alle nuove sanzioni anti-russe adottate dal Congresso degli Stati Uniti.

A loro volta, gli Stati Uniti hanno sospeso il procedimento per il rilascio dei visti in tutta la Russia dal 23 agosto. Dal 1° settembre, questa procedura riprenderà, ma solo presso l'ambasciata degli Stati Uniti a Mosca. In precedenza, i visti americani venivano rilasciati anche dai consolati di San Pietroburgo, Yekaterinburg e Vladivostok.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала