Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mosca chiede a Chişinău di abbandonare la proposta del ritiro delle truppe russe

© Fotolia / Melanie_10La sede del Parlamento della Moldavia a Chisinau
La sede del Parlamento della Moldavia a Chisinau - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia ha chiesto alla Moldavia di rinunciare a sollevare la questione del ritiro delle truppe straniere dal proprio territorio all’assemblea generale dell’ONU, dichiara l’ambasciatore moldavo in Russia Andrey Neguza.

Neguza ha detto di aver riferito al governo ieri l'assunto del vice ministro degli esteri Sergei Ryabkov, ovvero "la richiesta da parte della Russia che la Moldovia desista nel proporre la questione".

"Mi hanno ringraziato per aver riferito di questo discorso. E senza dubbio è necessario prendere una decisione" ha detto Neguza.

In precedenza il rappresentante permanente della Moldavia presso l'ONU, Viktor Moraru, ha inviato al segretariato dell'organizzazione una lettera nella quale viene notificato che il paese intende sollevare la questione del ritiro delle truppe straniere dal proprio paese alla 72° sessione dell'assemblea generale ONU.

Il rappresentante permanente della Russia presso l'ONU ha definito tale piano una mossa ostile, non utile al processo di pace. Il presidente della Transnistria, Vadim Krasnoselsky ha dichiarato che il ritiro delle truppe di pace russe porterebbe alla guerra nella regione.

Sul territorio della Transnistria è dispiegato un gruppo operativo di truppe russe, successori della 14° armata inviata nella regione dopo la caduta dell'Unione Sovietica in missione di pace. I compiti principali delle truppe sono il mantenimento della pace e la protezione dei magazzini di munizioni.

Igor Dodon - Sputnik Italia
Presidente Moldavia dice sì a missione di pace a guida russa in Transnistria
Il 60% degli abitanti della Transnistria sono russi e ucraini e ha cercato di separarsi dalla Repubblica Socialista Sovietica di Moldavia anche prima del crollo dell'Unione Sovietica, temendo che l'ondata nazionalistica moldava avrebbe portato ad una unificazione con la Romania.

 Nel 1992, dopo il tentativo fallito delle autorità moldave di risolvere il problema con la forza, la Transnistria è diventato un territorio praticamente al di fuori del controllo di Chişinău

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала