Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Turchia scoppiata la “protesta di pomodoro” contro le sanzioni russe

© DHAAgricoltori turchi protestano ad Antalya
Agricoltori turchi protestano ad Antalya - Sputnik Italia
Seguici su
La chiusura del mercato russo è stato il colpo fatale per l'agricoltura della Turchia, scrive Hürriyet Daily News. Gli agricoltori locali speravano nella ripresa del commercio con la Russia, ma Mosca non ha ancora voglia di comprare i pomodori turchi.

In segno di protesta, i produttori di Antalya hanno condotto una conferenza stampa con la degustazione di pomodori per dimostrare la loro qualità.

Parlando ad una conferenza stampa organizzata ad hoc, il presidente dell'associazione dei produttori di frutta e verdura Nevzat Akcan ha osservato che gli agricoltori turchi si aspettavano la ripresa del commercio con la Russia prima dell'inizio della nuova stagione, tuttavia sono rimasti delusi dalle dichiarazioni negative che arrivano da Mosca relative alle importazioni di frutta e verdura dalla Turchia.

Allo stesso tempo ha riconosciuto che la Russia non è l'unica responsabile di questa situazione ed ha criticato le misure adottate dalle autorità turche.

Secondo il presidente dell'associazione turca degli agricoltori, la Russia ha preso questa decisione a difesa e per il miglioramento del settore agricolo nazionale. A sua volta la Turchia sta usando misure totalmente incomprensibili per soffocare l'agricoltura ed eliminare dal mercato i produttori locali.

"Stiamo aprendo la possibilità di esportare i prodotti agricoli tramite intermediari, cosa che distruggerà i nostri prodotti e produttori," — ha preso atto con rammarico Akcan. Ha inoltre sottolineato che nel contesto di questi eventi avversi "la chiusura del mercato russo ha inferto un colpo mortale" al settore agricolo turco.

Il presidente dell'associazione di agricoltori di Antalya Nazif Alp ha contestato la tesi secondo cui i pomodori turchi conterrebbero ormoni, ha riferito il giornale. Ha invitato gli esperti ad Antalya con l'obiettivo di fare analisi per confutare questa accusa.

Il divieto di importazione dei pomodori dalla Turchia è stato introdotto in Russia dopo che Ankara aveva colpito un bombardiere russo vicino al confine con la Siria nel 2015.

Da allora i rapporti tra la Turchia e la Russia sono in gran parte migliorati, ma il divieto di importazione dei pomodori resta in vigore. Insieme all'obbligo di visto per i cittadini turchi che entrano in Russia, è una delle due misure restrittive rimaste ancora valide dopo la revoca delle sanzioni, osserva Hürriyet Daily News.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала