Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vice presidente Europarlamento: “annessione Crimea” non è scusa per rifiutare il dialogo

© flickr.com / ALDE CommunicationAlexander Graf Lambsdorff
Alexander Graf Lambsdorff - Sputnik Italia
Seguici su
L’”annessione della Crimea” non dovrà essere riconosciuta ma non dovrà bloccare qualsiasi forma di dialogo con la Russia ha dichiarato il vice presidente dell’Europarlamento Alexander Lambsdorff in una intervista col Die Welt commentando le dichiarazione del politico tedesco Christian Lindner.

La proposta del leader del partito Libero di Germania Christian Lindner di riconoscere "l'annessione della Crimea" come "una condizione temporanea a lungo termine" ha causato speculazioni nei media riporta il Die Welt. Tuttavia, come Lindner ha dichiarato in una intervista rilasciata al Parlamento europeo e al vice-presidente Alexander Lambsdorff, la formulazione di Lindner di "uno stato temporaneo" dice chiaramente che "l'annessione" non riceverà il riconoscimento. Ha dichiarato che il partito sostiene la NATO e il posizionamento delle truppe nei paesi membri orientali dell'alleanza e non può esserci nessun discorso sulla "concezione di Putin".  

"Il partito Libero di Germania vuole inviare un messaggio chiaro a Mosca, ovvero che senza l'intimidazione dei vicini e l'espansione territoriale sarebbe stata possibile una politica di cooperazione" ha osservato il politico tedesco. Il precedente Ministro degli esteri Tedesco Frank-Walter Steinmeier ha dichiarato che per l'attuazione degli accordi di Minsk, è necessario un graduale miglioramento della situazione e nel corso di questo processo, le sanzioni potrebbero essere allentate.

Tuttavia, questo non riguarda la Crimea e le sanzioni" ha sottolineato Lambsdorff. "L'annessione della Crimea" non dovrebbe bloccare qualsiasi forma di dialogo, e quindi Lindner ha detto che la questione della Crimea non deve essere utilizzata come pretesto per scegliere o meno se collaborare con la Russia in alcune aree.

"Da un lato, dobbiamo superare la stagnazione "di coloro che capiscono la concezione di Putin", e dall'altro i nemici della Russia. Siamo analizzando in maniera imparziale l'aggressiva politica estera della Russia" ha aggiunto il vice-presidente del Parlamento europeo. Tuttavia, l'obiettivo a lungo termine deve essere un sistema di sicurezza nell'emisfero nord "da Vancouver a Vladivostok, in cui la Russia gioca un ruolo costruttivo".

"Vogliamo dare un segnale, che in linea di principio indicherebbe la volontà di collaborare con la Russia" ha concluso Lambsdorff.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала