La Russia ci guadagna dalle nuove sanzioni USA, scrive il National Interest

© Sputnik . Maksim BlinovIl ministero degli Esteri a Mosca
Il ministero degli Esteri a Mosca - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Invece di danneggiare la Russia il nuovo progetto di sanzioni antirusse potrebbe avere delle conseguenze inaspettate per gli stessi Stati Uniti, scrive sul National Interest la professoressa dell’università di Georgetown, Angela Stent.

"Nella sua impostazione attuale il progetto di legge non colpirà solo la Russia ma anche le aziende americane ed europee a causa delle limitazioni riguardanti le attività insieme alle aziende energetiche russe" scrive la professoressa.

In particolare il documento cerca di ostacolare direttamente la costruzione del gasdotto "Nord Stream-2". La Germania sostiene il progetto come miglior mezzo per garantire una fornitura di gas conveniente per il proprio mercato nazionale scrive la Stent. La maggior parte dei partner europei sostengono il punto di vista di Berlino.

A giugno si sono opposti pubblicamente alle nuove sanzioni americane il Ministero degli esteri tedesco Sigmar Gabriel e il cancelliere austriaco Christian Kern, sostenendo che in questa situazione Washington sta cercando di obbligare l'Europa ad acquistare il proprio gas.

In precedenza il capo della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato la necessità di adottare delle misure di risposta.

A sua volta il Ministro dell'economia e dell'energia tedesco Brigitte Zypries ha dichiarato che le sanzioni USA violano il diritto internazionale.

"Alcuni funzionari europei hanno avvertito che nel caso gli USA continueranno a promuovere questo disegno di legge, l'UE potrebbe rivedere il regime di sanzione elaborato assieme all'amministrazione Obama" scrive Stent. "Per il Cremlino questa sarebbe una buona notizia".

Entrambe le camere del Congresso USA hanno approvato il progetto di legge di sanzioni contro Mosca. Donald Trump non ha ancora firmato il documento ma molti sono convinti che non abbia molta scelta. Mosca in risposta a ridotto il personale diplomatico americano in Russia. Washington potrebbe dover lasciare in Russia solo 455 dipendenti tra consolati e ambasciata.

Dal punto di vista di Stent, le contromisure adottate da Mosca potrebbero portare ad una nuova serie sanzioni e anti-sanzioni, sullo sfondo del fatto che le relazioni tra i due paesi potrebbero continuare a peggiorare. "Potrebbe essere che la Russia e l'America potrebbero cooperare in Siria, probabilmente resterà una delle poche sfere di cooperazione" conclude l'autrice.

 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала