Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rappresentante speciale USA a favore dell'invio di armamenti a Ucraina

© flickr.com / US Marine Corps / Staff Sgt. Ezekiel R. KitandwePossibili forniture di armi letali in Ucraina secondo molti darebbe il via alla Terza Guerra Mondiale
Possibili forniture di armi letali in Ucraina secondo molti darebbe il via alla Terza Guerra Mondiale - Sputnik Italia
Seguici su
Il rappresentante speciale USA per l’Ucraina Kurt Volker ha dichiarato che Washington considera la possibilità di inviare armamenti alle forze ucraine impegnate nell’operazione militare in Donbass, comunica la BBC.

"Degli armamenti difensivi che possano permettere alle forze armate ucraine di ritirare i propri corazzati potrebbero aiutare l'Ucraina a fermare la minaccia russa" ha dichiarato Volker in una intervista con la BBC.

Il rappresentante speciale ha osservato che "è una questione di lunga valutazione e discussione" e che è difficile prevedere la sua possibile risoluzione.

In precedenza il vice presidente dello Stato maggiore congiunto USA, John Selva, ha dichiarato che la decisione dell'invio di armamenti in Ucraina potrebbe essere presa nei prossimi mesi. Ha definito tale mossa una "scelta politica".

Le autorità di Kiev hanno cercato di ottenere dagli Stati Uniti l'invio di armamenti negli ultimi tre anni, ma senza successo. Dunque ad aprile la questione è stata discussa con i rappresentanti del Congresso dal Ministro della difesa dell'Ucraina Stepan Poltorak, mentre a giugno il presidente Petro Poroshenko ha fatto la stessa richiesta a Donald Trump.

Washington fornisce già aiuti militari a Kiev, ma per ora solo sotto forma di uniformi, attrezzature e addestramento delle truppe ucraine condotto da istruttori americani. A maggio il Senato USA ha approvato il progetto del budget federale che permette il Pentagono di destinare 150 milioni di dollari per aiutare l'Ucraina "compreso l'addestramento, l'invio di mezzi militari, e di armamenti difensivi e di aiuto nella logistica".

Come più volte affermato il Cremlino, la fornitura di armi a Kiev non contribuirà a risolvere la crisi in Ucraina e all'attuazione degli accordi di Minsk, ma potrà solo portare ad una escalation della situazione. Inoltre si sono opposti a tali misure molti politici e militari europei tra i quali il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier e il rappresentante del comitato miltiare Nato Petr Pavel.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала