Da Mosca appello agli USA: “legittimate vostra presenza militare in Siria con Assad”

© AP Photo / APTVThis Saturday, April. 29, 2017 still taken from video, shows an American soldier standing on an armored vehicle in the northern village of Darbasiyah, Syria
This Saturday, April. 29, 2017 still taken from video, shows an American soldier standing on an armored vehicle in the northern village of Darbasiyah, Syria - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti dovrebbero rendere legittima la loro presenza militare in Siria rivolgendosi direttamente alle autorità di Damasco: questa mossa creerebbe condizioni nuove di principio per la cooperazione tra la Russia e gli Stati Uniti nella lotta contro il terrorismo nella regione.

Lo ha dichiarato ai giornalisti il vicepresidente della commissione Sicurezza e Difesa del Consiglio della Federazione (camera alta del Parlamento russo — ndr) Franz Klintsevich.

La presenza americana in Siria non gode di alcuna base giuridica, dal momento che l'operazione militare contro i terroristi condotta nel Paese non ha ottenuto il placet del legittimo governo siriano, aveva dichiarato in precedenza il comandante delle operazioni speciali delle forze armate americane, il generale Raymond Thomas. Allo stesso tempo ha ricordato che l'unico pretesto che giustifica la permanenza dei militari americani in Siria è la lotta contro il terrorismo. Inoltre Washington si rifiuta di sospendere le sue operazioni, nonostante le proteste di Damasco.

"Quello che ha riconosciuto il generale americano, nel mondo da molto tempo non è più un segreto. Di fatto gli Stati Uniti non hanno alcuna base legale e giuridica per trovarsi in Siria," — ha osservato il senatore.

Secondo il politico, la questione non è tanto nella consapevolezza di un fatto indiscutibile.

"Molto più rilevante è un altro interrogativo: che fare dopo? Dopo tutto, è ovvio che questa presenza illegittima degli americani in Siria non è chiaramente favorevole alla lotta contro il terrorismo," — ha aggiunto Klintsevich.

Oggi gli Stati Uniti non insistono più categoricamente sull'uscita di scena di Bashar Assad come condizione necessaria per una soluzione pacifica della crisi siriana.

"Perché non fare il passo successivo è legittimare la propria presenza in questo Paese? Non escludo che la Russia possa sostenere la corrispondente richiesta americana alle autorità siriane, se ovviamente ci sarà", — ha aggiunto il politico.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала