Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media: compagnie USA invitano a rivedere progetto sanzioni antirusse

© Sputnik . Igor Mikhalev / Vai alla galleria fotograficaCongresso USA
Congresso USA - Sputnik Italia
Seguici su
Una serie di compagnie americane sono intervenute con la richiesta di rivedere il progetto di legge sulle nuove sanzioni in relazione alla Russia, ha comunicato la CNN citando fonti nel Congresso.

Tra le compagnie intervenute ci sono i giganti dell'energia e del petrolio BP, Exxon e Generale Electric, l'azienda aerospaziale Boeing, i gruppi finanziari Citigroup, Mastercard e Visa, e anche le aziende Ford, Dow Chemical, Procter & Gamble, International Paper, Caterpillar e Cummins.

Secondo l'opinione degli imprenditori le nuove sanzioni potrebbero avere delle conseguenze impreviste che provocherebbero danni significativi per la loro attività. Tuttavia non sono vogliono un totale annullamento del progetto. I membri delle associazioni commerciali e i lobbisti che rappresentano gli interessi delle compagnie americane adesso si incontreranno con i membri del Congresso per discutere il progetto.

A giugno il Senato USA ha approvato un decreto legge che prevede nuove sanzioni contro Russia e Iran. Il documento prevede di ridurre il periodo massimo di finanziamento di mercato delle banche russe sotto sanzioni fino a 14 giorni, e per le compagnie petrolifere sotto sanzioni fino a 30 giorni.

Il progetto legge prevede inoltre che il presidente USA possa imporre sanzioni su coloro che intendono investire nella costruzione su gasdotti e oleodotti russi per più di 5 milioni di dollari all'anno o un $1 milione in somma forfettaria, o che vogliano offrire servizi, tecnologie e supporto informativo ai progetti. In un punto del documento è inscritto che gli USA "contrasteranno la costruzione del gasdotto "Severny Potok-2".

Adesso il documento dovrà essere approvato dalla Camera dei rappresentanti. A causa delle formalità di procedura il voto è stato rinviato. Nel caso il progetto venisse approvato da entrambe le camere del Congresso il documento dovrà essere firmato dal presidente.

Al Cremlino è stato dichiarato che i tentativi di Washington di imporre sanzioni antirusse potrebbero portare ad una nuova escalation di sanzioni. Le nuove misure hanno suscitato malcontento anche in Europa. Il cancelliere austriaco Kristian Kern e il Ministro degli esteri tedesco hanno visto una minaccia nel progetto di legge per il settore energetico europeo. Molte compagnie energetiche europee si sono opposte al progetto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала