Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rivista americana di geopolitica spiega perchè l'esercito USA “cade a pezzi”

© AFP 2021 / Paul J. RichardsI marines americani
I marines americani - Sputnik Italia
Seguici su
L'esercito americano sta cadendo a pezzi per una serie di problemi che i generali preferiscono ignorare, scrive l'editorialista della rivista The National Interest Douglas Macgregor, esperto di storia militare e di questioni di difesa e in passato colonnello dell'esercito statunitense.

"Se Donald Trump non nominerà un ministro forte e ben preparato dell'esercito, che farebbe assumere responsabilità ai generali e chiederebbe cambiamenti radicali, l'esercito perderà molto di più che solo denaro," — scrive Macgregor.

Dal punto di vista di Macgregor, il comando dell'esercito statunitense non capisce che ora non è più l'epoca della Seconda Guerra Mondiale. Secondo lui, preferisce investire miliardi in tecnologie non provate che presumibilmente contribuiranno a vincere la guerra in un lontano futuro o in nuove versioni di sistemi e armamenti obsoleti.

Ricorda le imminenti esercitazioni della NATO in Bulgaria, in cui le truppe alleate dovranno atterrare sul territorio di un nemico immaginario, conquistare una base aerea e "aumentare la potenza di combattimento" per le operazioni successive.

Macgregor le chiama "esercitazioni per compiere un suicidio", come noto ai partner degli Stati Uniti in Europa orientale e alla Russia. Questa operazione richiede una superiorità aerea e navale, così come sul campo di battaglia nella zona designata.

Se gli Stati Uniti cercassero di compiere un'operazione simile in Russia, Cina o Corea del Nord, queste manovre terminerebbero nel giro di pochi minuti, è convinto l'esperto.

Un'altra piaga dell'esercito americano secondo Macgregor è la necessità di schierare 200mila soldati dell'esercito regolare tra Africa, Asia e Medio Oriente a seguito delle operazioni effettuate da Washington in queste regioni.

Le divisioni dell'esercito degli Stati Uniti nella loro forma attuale non sono pronte azioni comuni e integrate nel "più letale contesto di combattimento dal Dopoguerra", ritiene Macgregor.

A suo avviso la minaccia di una situazione di crisi, come gli anni '50 con la Guerra di Corea, aumenta con il passare dei mesi. Ecco perché è possibile che la storia giudicherà Donald Trump sulle scelte che farà, nominando un nuovo ministro dell'esercito, conclude Macgregor.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала