Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Klimkin definisce un inutile pezzo di carta la dichiarazione finale del vertice UE-Ucraina

© REUTERS / Yves HermanPavlo Klimkin, ministro degli Esteri dell'Ucraina
Pavlo Klimkin, ministro degli Esteri dell'Ucraina - Sputnik Italia
Seguici su
Il Ministro degli esteri ucraino Pavel Klimkin ha affermato che non c’è nulla di necessario nella dichiarazione finale del vertice UE-Ucraina, riferisce il quotidiano "Korrespondent".

"È molto semplice: perché abbiamo bisogno di un pezzo di carta che ripeta quello che è stato già dichiarato nell'accordo di Associazione? Abbiamo già registrato i risultati" ha detto Klimkin.

Secondo lui il testo della dichiarazione avrà importanza solo per gli esperti, mentre gli altri si dimenticheranno delle dichiarazioni non necessarie in 15 minuti.

Il 19° summit Ucraina-UE si è svolto a Kiev il 12 e il 13 luglio ed è terminato senza la dichiarazione congiunta tradizionale perché le parti non sono giunte ad un accordo per un testo unificato.

Kiev ha insistito che nel testo finale fosse citata la frase come nel preambolo dell'accordo di Associazione dell'Ucraina con l'UE, ovvero che l'Unione Europea "riconosce le aspirazioni europee dell'Ucraina e accoglie la sua scelta europea". A questa formulazione si sono opposti i rappresentanti europei e in particolare si sono opposti categoricamente quelli dei Paesi Bassi. Secondo la testata "Evropeskaya Pravda" l'assenza di una dichiarazione è "una dimostrazione di profonda crisi nelle relazioni".

Il presidente Petro Poroshenko ha dichiarato di essere soddisfatto dei risultati dell'incontro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала