Satellite di monitoraggio “Kanopus-V-IK” è stato lanciato in orbita

Seguici suTelegram
Il satellite di monitoraggio “Kanopus-V-IK” venerdì è stato lanciato in orbita ad una altezza di 500km hanno comunicato a RIA Novosti nel Centro della regione di Mosca per il controllo dei voli.

Il satellite "Kanopus-V-IK" è stato progettato per monitorare emergenze artificiali e naturali, tra cui incendi, grandi emissioni di sostanze inquinanti e così via.

"La separazione della navicella dall'unità principale è avvenuta. L'operazione è stata impeccabile" ha detto il portavoce del Centro.

Insieme a "Kanopus" sono stati lanciati 72 satelliti tipologia CubeSat. La separazione dei primi 5 piccoli satelliti avverrà dopo l'entrata in orbita ad una altezza di 600km alle 11.02 e continuerà per circa tre minuti.

La parte successiva è di 19 apparati e si separerà dal "rimorchiatore spaziale" tra le 11.10 e le 11.27. Dopo che il "rimorchiatore" inizierà la sua discesa dall'orbita da un altezza media di circa 470km, verranno lanciati gli ultimi 48 satelliti. Il "rimorchiatore" dovrà rientrare in atmosfera alle 18.19 per poi precipitare nell'oceano Indiano.

Il carico include due piccoli veicoli spaziali "MKA-N" della società russa "Dauria Aerospace", due microsatelliti tedeschi Flying Laptop e TechnoSat, l'unità giapponese WNISAT-1R e due apparati norvegesi-canadesi NorSat.

Inoltre verranno inviati in orbita 62 satelliti americani tipologia CubeSat e tre apparati costruiti dagli istituti tecnici russi "Iskra-MAI-85" dell'Istituto dell'aviazione di Mosca, il "Mayak" del Politecnico di Mosca e "Ecuador UTE-YUZGU" dell'università di Kursk.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала