Lituania, produttore di gelato accusato di propaganda sovietica

© Sputnik . Alexey Filippov / Vai alla galleria fotograficaVilnius, capitale della Lituania
Vilnius, capitale della Lituania - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il “gelato sovietico” prodotto in Lituania ha causato un’onda di sdegno. L’attivista Giedrius Drukteinis ha trovato il gelato nel negozio di un villaggio ed ha accusato il produttore di propaganda sovietica.

Sulla sua pagina Facebook, Drukteinis racconta che era molto sorpreso di scoprire che il produttore del gelato fosse l'azienda lituana Art Glacio. "Ho capito che la legge sui simboli fascisti e sovietici non funziona più. Come non si vergognano i lituani?" ha scritto nel suo post.

Il direttore della Art Glacio Arūnas Simutis ha detto che Il "gelato sovietico" è stato prodotto per l'esportazione. Secondo lui, il nome è stato scelto dal cliente. "Non è molto patriottico, però che dobbiamo fare? Non abbiamo tanti ordini per poter scegliere", ha detto Simutis.

Nel 2008 il parlamento lituano ha approvato una legge che vieta l'esposizione pubblica dei simboli sovietici e fascisti. Per la violazione è prevista una multa fino a 289 euro.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала