Curdi siriani avvertono: “rischio conflitto armato aperto con la Turchia”

© AFP 2022 / DELIL SOULEIMANMilitari kurdi (YPG)
Militari kurdi (YPG) - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il comandante delle unità curde di autodifesa (YPG) Sipan Hemo ha parlato della possibilità di conflitto aperto con la Turchia.

"I preparativi della Turchia sono quasi una dichiarazione di guerra, potrebbero scoppiare scontri reali armati nei prossimi giorni," — ha scritto Hemo nei commenti per l'agenzia Reuters. "Non resteremo a guardare in caso di potenziale aggressività," — ha aggiunto.

In precedenza il rappresentante ufficiale del partito di opposizione curdo "Consiglio Democratico Siriano" Reyzan Kheda aveva dichiarato a Sputnik che l'artiglieria turca aveva bombardato i villaggi curdi in prossimità di Afrin, centro nel nord della provincia di Aleppo.

Secondo l'agenzia IHA, durante i bombardamenti sono stati utilizzati gli obici "Firtina" e i lanciarazzi dislocati lungo il confine turco-siriano.

Martedì il ministro della Difesa della Turchia Fikri Isik aveva dichiarato che Ankara non esclude un'operazione militare ad Afrin in caso di minaccia alla propria sicurezza proveniente da questa zona.

Secondo il quotidiano turco Sabah, per l'operazione ad Afrin sono in allarme circa 20mila soldati dell'esercito libero siriano con l'appoggio dei militari turchi. I primi obiettivi sarà la città di Tel Rifat e la base aerea di Minaq.

Si osserva che per la nuova operazione Ankara sta conducendo consultazioni con Mosca.

La Turchia ritiene che le forze curde di autodifesa siano un gruppo terroristico legato ai separatisti del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK).

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала