Russia, viceministro Esteri: Washington sta violando la convenzione di Vienna

© AFP 2022 / LOUAI BESHARAViceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov
Viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Negando l'accesso alla proprietà diplomatica russa, gli Stati Uniti violano la convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche. Lo ha affermato il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Gli Stati Uniti dal punto di vista legale stanno grossolanamente violando le disposizioni della convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche, e sono anche in contrasto con la propria legge che esclude una tale invasione sulla proprietà privata", ha detto Ryabkov in un'intervista con i media russi.

Il viceministro ha ricordato che gli edifici diplomatici in questione era di proprietà già dell'Unione Sovietica e poi sono stati trasferiti alla Russia.

L'amministrazione del Presidente degli Stati Uniti ha introdotto un pacchetto di sanzioni antirusse alla fine di dicembre 2016 per "l'interferenza nelle elezioni" e "della pressione sui diplomati americani" che lavorano in Russia. Tra l'altro gli USA hanno chiuso l'accesso ai due complessi abitabili che sono di proprietà diplomatica russa — le cosi dette dacie della rappresentanza permanente della Russia a New York e dell'ambasciata della Russia a Washington. L'assistente del presidente russo Yuriy Ushakov, commentando il sequestro della proprietà russa negli USA, ha dichiarato che Mosca prende in considerazione le difficoltà interne che ha il presidente Donald Trump però non lo lascerà la questione irrisolta.

In precendenza il Washington Post ha comunicato che l'Amministrazione di Donald Trump sta visionando la questione della restituzione alla Russia della proprietà diplomatica sequestrata e sta prendendo in considerazione la possibilità di privare questi immobili dello stato d'immunità diplomatica.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала