Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Come evitare la collisione di corpi celesti

© Fotolia / ElenartsMeteorite
Meteorite - Sputnik Italia
Seguici su
Il 30 giugno è il giorno internazionale dell’asteroide. È stato indetto l’anno scorso dall’ONU. In questa giornata 109 anni fa in Siberia cadde il meteorite di Tunguska. Gli alberi furono abbattuti su una superficie di circa duemila chilometri quadrati, la grandezza della città di Tokyo.

Non è né la prima, né l'ultima volta che un meteorite ha colpito la terra. Questo accadrà sicuramente in futuro. Nella giornata dell'asteroide dobbiamo pensare a quello che potrebbe accaderci.

Il chitarrista dei Queen, Brian May, il quale ha un dottorato in astrofisica, e i suoi amici, dal 2014 hanno iniziato a invitare l'umanità a riflettere su questo problema. In tutto il mondo la gente ha cominciato a parlare di questa idea.

Secondo il professor Makoto Yoshikawa dell'agenzia aerospaziale giapponese, il diametro del meteorite di Tunguska era di 60 metri. Nonostante la limitata stazza l'energia scaturita dallo schianto del meteorite era pari a quella di circa 1000 bombe di Hiroshima.

Sono stati rilevati circa 16 mila corpi celesti vicini alla Terra. I calcoli delle loro traiettorie indicano che potrebbero scontrarsi con la terra. Si tratta di asteroidi dal diametro di dieci chilometri, come quello che ha causato l'estinzione dei dinosauri.

Il problema sta nel fatto che è stata rilevata una bassa percentuale di asteroidi paragonabili a quello di Tunguska. Pertanto viviamo nel costante pericolo di collisione con un asteroide.

Film come "Deep Impact" e "Armageddon" raccontano dell'evento di una collisione di un asteroide o una cometa con la terra. Nei film i corpi celesti vengono distrutti con l'uso di armi atomiche prima che si schiantino sulla Terra. L'umanità sopravvive.

Tuttavia, secondo il professor Yoshikawa, un pericolo simile è difficile da evitare, anche distruggendo gli oggetti vicini alla Terra. Controllare la traiettoria dei frammenti dell'asteroide che cadono è impossibile, così alla fine, potrebbero cadere sulla Terra. A suo parere, il miglior metodo è quello di cambiare la traiettoria del corpo celeste. Questo sarebbe possibile o facendo esplodere una bomba nucleare vicino il corpo celeste, o spingendolo con dei mezzi spaziali. In entrambi i casi, sarebbe necessaria la cooperazione internazionale e una buona preparazione. Prima di tutto è importante rilevare gli oggetti vicini alla Terra al più presto possibile.

In tutto il mondo, il cielo viene costantemente monitorato con grandi telescopi dal diametro di due metri.

Nel frattempo, una squadra della Japan Aerospace Exploration Agency sotto la guida del Chief Scientific Officer Toshifumi Yanagisawa ha sviluppato un nuovo metodo per il rilevamento di corpi celesti utilizzando un telescopio convenzionale.

Il cielo stellato viene fotografato con una esposizione più breve. Le immagini multiple vengono sovrapposte l'una all'altra e vengono studiate. Questo permette di rilevare gli oggetti vicini alla Terra che si muovono ad alta velocità. È un metodo più efficace per cercare i corpi celesti con un grande telescopio.

A gennaio di quest'anno sono stati rilevati due asteroidi con un diametro di 50 e 30 metri con questo metodo. In Giappone, è successo nove anni dopo l'ultimo rilevamento.

In futuro, il signor Yanagisawa spera di aiutare gli astronomi non professionisti. Gli astronomi amatoriali giapponesi hanno scoperto molte comete e supernove. In Giappone dovrebbe aumentare la consapevolezza del problema della collisione dei corpi celesti con la Terra.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала