Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Washington Post: nuovo cyberattacco di "hacker russi"

© REUTERS / Kacper Pempel/IllustrationA projection of cyber code on a hooded man is pictured in this illustration picture taken on May 13, 2017
A projection of cyber code on a hooded man is pictured in this illustration picture taken on May 13, 2017 - Sputnik Italia
Seguici su
Il giornale americano Washington Post ha riferito, citando uno studio del centro per la sicurezza informatica Dragos, che gli hacker russi hanno sviluppato un nuovo tipo di armi informatiche che interrompono il funzionamento delle reti elettriche.

Si afferma che le cosiddette armi informatiche, che i ricercatori Dragos hanno chiamato CrashOverride, sono state usate solo una volta per interrompere il sistema energetico dell'Ucraina a dicembre dello scorso anno. Scrive il quotidiano che gli hacker sono riusciti a intercettare circa un quinto dell'energia elettrica prodotta a Kiev. Il giornale non fornisce prove. 

"Questo è il culmine di decenni di teorie di scenario di attacco. Questo è quello che cambierà il gioco" ha detto il direttore del centro di ricerca Sergio Caltagirone.

Gli esperti di Dragos non escludono che le armi informatiche possano essere utilizzare contro gli USA. Secondo il giornale, "gli hacker russi hanno dimostrato interesse per i sistemi energetici USA". In che modo lo hanno fatto, il giornale non lo scrive.

"I sistemi dell'energia americana sono stati rafforzati contro i cyberattacchi, tuttavia, i programmi come questi minacciano il buon funzionamento dei sistemi energetici", scrive il giornale citando una dichiarazione dell'ex capo dell'ufficio di sicurezza di un'organizzazione non governativa, impegnata nello sviluppo di apparecchiature per impianti elettrici in Nord America.

Accuse contro "hacker russi" periodicamente risuonano dalla bocca di politici occidentali, che, non esibiscono alcuna prova. Queste dichiarazioni, in particolare, sono state fatte dai rappresentanti del partito Democratico USA, dopo la sconfitta alle elezioni presidenziali, e durante le elezioni francesi. Mosca ha ripetutamente smentito le accuse dei servizi segreti americani, del tentativo di "influenzare le elezioni americane", il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov le ha definite "assolutamente infondate". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, parlando del presunto intervento russo alle elezioni in USA, Francia e Germania, ha detto che non ci sono prove a sostegno della tesi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала